Archivi

redazione@gallurainformazione.it
venerdì, Dicembre 9, 2022
BreviCulturaNews

Palau. Grande devozione per Santa Rita

(di Marilena Bruschi) – La devozione a Santa Rita da Cascia è oggi più che mai sentita, dopo due anni di pandemia, e la rosa benedetta sembra, con la sua bellezza, la sua fragilità e il suo profumo, un segno di grande speranza. Tantissimi i fedeli che hanno riempito la piazzetta di Porto Rafael, sia per la suggestione del luogo, sia per  la venerazione alla santa da Cascia.

La splendida giornata di sole ha fatto ritornare il pellegrinaggio a piedi, 10 chilometri andata e ritorno, su un percorso magnifico ed uno scenario di mare e rocce fra cisto e corbezzoli. 

La S. Messa presieduta da don Paolo Pala è stata seguita con molta devozione e silenzio pur essendoci centinaia di persone e diversi bambini, e tutti avevano in mano una rosa o un mazzo di rose pronte alla benedizione. La Santa degli impossibili e dei casi disperati, come ha detto don Paolo, pur chiamandosi Margherita prima di prendere i voti, è ricordata  anche per il  miracolo della rosa rossa nata in mezzo alla neve e per la spina dalla corona del Crocifisso che si era conficcata sulla sua fronte.

Subito dopo la Messa, quando il sole stava per tramontare, è partita la fiaccolata con il parroco per la recita del rosario, scortati dalla  Croce Rossa, Polizia Urbana, Arma dei Carabinieri. Arrivati in parrocchia per la benedizione finale don Paolo ha ringraziato il comitato di Santa Rita con Flavia, Franco e Paola, che hanno organizzato la festa e  offerto a tutti un fazzoletto della santa e un “dolce segno” fatto da Chicca.