Archivi

redazione@gallurainformazione.it
lunedì, Maggio 23, 2022
AttualitàNews

Porto Cervo (Arzachena). Sabato le premiazioni del Premio Costa Smeralda

(di Claudio Ronchi) –  Sabato 28 maggio, a Porto Cervo, premiazioni della 3° edizione del Premio Costa Smeralda, organizzato e promosso da Consorzio Costa Smeralda.  I vincitori saranno proclamati durante la cerimonia pubblica  al Conference Center di Porto Cervo, condotta dalla giornalista Roberta Floris.

Il Premio si rivolge a tutto il panorama della produzione editoriale italiana nell’arco dell’anno, tra una edizione e l’altra, includendo eccezionalmente per questo 2022 le opere uscite nei due anni della pandemia, con l’ambizione di segnalare opere di narrativa e di saggistica particolarmente meritevoli all’interno del vasto panorama culturale italiano.

All’interno delle due categorie premiate, Narrativa e Saggistica, sono tati individuati tre finalisti e un vincitore assoluto.

 La giuria del Premio, il cui direttore artistico Stefano Salis, è composta da: Lina Bolzoni,  italianista e autrice di fondamentali studi nel campo umanistico, docente alla Normale di Pisa e alla New York University, socia nazionale della Accademia dei Lincei e fellow della British Academy; Marcello Fois, uno dei più noti scrittori italiani, che nel corso della sua carriera si è aggiudicato numerosi riconoscimenti; Elena Loewenthal, scrittrice, esperta di cultura ebraica e Direttore della Fondazione Circolo dei lettori di Torino;  Chiara Valerio, scrittrice, direttrice editoriale, conduttrice radiofonica,  intellettuale.

I finalisti dell’edizione 2022 del Premio Costa Smeralda per la Saggistica sono: Roberto Casati con “Oceano. Una navigazione filosofica” (Einaudi, 2022); Benedetta Craveri con “La contessa” (Adelphi, 2021) e Carlo Ossola con “Personaggi della Divina Commedia” (Marsilio, 2021). La terzina della Narrativa è invece composta da: Silvana La Spina con “L’uomo del Vicerè” (Neri Pozza Editore, 2021); Michele Mari con “Le maestose rovine di Sferopoli” (Einaudi, 2021) e Lidia Ravera con “Avanti, Parla” (Bompiani, 2021).

 Oltre ai libri scelti dalla giuria, sono previsti anche due riconoscimenti speciali. Il Premio Cultura del Mediterraneo, attribuito a una personalità che si è distinta per la valorizzazione delle culture del nostro mare e dei popoli che lo abitano, che quest’anno va a Giuseppe Barbera, professore ordinario di Colture Arboree all’Università di Palermo, che con i suoi libri di storia naturale ha vinto numerosi premi, tra cui il prestigioso Grinzane Cavour per Tuttifrutti. Viaggio tra gli alberi da frutto mediterranei, fra scienza e letteratura. Infine, il Premio Internazionale per il 2022 è assegnato allo scrittore turco Orhan Pamuk, premio Nobel per la Letteratura e autore di romanzi indimenticabili come Il museo dell’Innocenza e Istanbul, che ha già confermato la propria presenza in Sardegna per la cerimonia finale.