Archivi

redazione@gallurainformazione.it
mercoledì, Settembre 28, 2022
AttualitàNews

La Maddalena. Potrebbero essere 300 a La Maddalena le donne affette da endometriosi; ieri inaugurata la panchina gialla

(di Claudio Ronchi) – Inaugurare una panchina gialla è un piccolo segno, ma il significato è molto più profondo. Quello di una comunità che unita condivide un percorso. Se ne parli, perché in questa Città nessuno è solo”. Le parole sono del sindaco Fabio Lai che, insieme alla vice, Federica Porcu, ha fatto installare, inaugurare e benedire in Piazza Comando, sul marciapiede delle Poste, una panchina pitturata di giallo appunto, colore simbolo dell’endometriosi, una malattia dolorosa e invalidante.

Se a livello nazionale tale disturbo colpisce il 10% delle donne, significa che a La Maddalena non meno di 300 concittadine ne subiscono le poco invidiabili conseguenze, ciò potrebbe significare, mancando ancora dati certi, che a La Maddalena potrebbero essere non meno di 300 le concittadine che ne subiscono le poco invidiabili conseguenze, che possono interessare la donna già alla prima mestruazione (menarca) e accompagnarla fino alla menopausa.

I sintomi tipici della malattia sono: dolore pelvico, particolarmente in fase peri-mestruale; mestruazioni dolorose; dolore durante i rapporti sessuali, accentuati nel periodo pre e post mestruale, irregolarità dei cicli mestruali, dolore alla defecazione e sterilità.

Anche a La Maddalena è presente, con le tutor regionali Mariangela Bifulco e Sonia Falchi, l’associazione “La voce di una è la voce di tutte odv”, fondata con il proposito di ampliare e diffondere la cultura e la conoscenza della endometriosi, occuparsi dei concetti di unione e sorellanza e comunicare l’importanza della diagnosi precoce, nel rispetto dei reciproci diritti e della propria storia culturale.

L’associazione “La voce di una è la voce di tutte odv”, ha istituito una linea telefonica Gialla gratuita, di supporto e sostegno per le donne affette da endometriosi, con numero 800189411, con la quale operano 20 volontarie che rispondono ogni giorno, dalle 17:00 alle 19:00, dal lunedì al venerdì.