Archivi

redazione@gallurainformazione.it
venerdì, Ottobre 7, 2022
Foto di Andrea Filigheddu
AttualitàNews

Palau. Anche Palau si unisce all’ emergenza guerra in Ucraina.

Foto di Andrea Filigheddu

(di Marilena Bruschi) – Dopo l’invio dei pacchi nelle zone dove ci sono i rifugiati e per le necessità nei corridoi umanitari, oggi il sindaco Franco Manna ha emesso dei comunicati per chiedere la “Manifestazione d’interesse per l’ospitalità” alle famiglie o singole persone che possono arrivare anche a Palau.

L’Amministrazione per sostenere iniziative di solidarietà che possano concretamente aiutare la popolazione ucraina, intende avviare e coordinare un sistema di Accoglienza Straordinario per i profughi in arrivo ed invita tutti i privati cittadini, le strutture ricettive, le associazioni e gli enti religiosi, a segnalare l’eventuale disponibilità ad offrire posti e/o strutture, idonei all’accoglienza e all’ospitalità di persone.

Sono già a disposizione i moduli per aderire all’iniziativa e comunicare la tipologia dell’immobile o dei posti letto offerti e insieme al documento di identità dell’ospitante, che dovranno essere presentati a mano all’ InformaPalau o inviare una mail a informapalau@aliservizi.it.

Il comunicato specifica che “le informazioni raccolte verranno inserite in apposito database funzionale al censimento dei posti letto disponibili, alla gestione/monitoraggio dell’ospitalità attivata, nonché alla comunicazione dei dati raccolti alle competenti Autorità Governative. Si ricorda inoltre, che chiunque accolga in autonomia una persona non appartenente agli stati facenti parte dell’U.E., è tenuto rispettare le disposizioni previste dalla normativa, presentando, entro 48 ore dall’arrivo dell’ospite, la richiesta di ospitalità presso l’ufficio protocollo del Comune di Palau.”

Per dare maggiori informazioni  l’Amministrazione Comunale ha previsto un incontro  con i cittadini ucraini residenti nel comune di Palau e con le associazioni di volontariato locali, per il giorno 18 marzo alle ore 19:00 nell’Aula Consiliare, per analizzare e strutturare gli eventuali interventi a beneficio dei profughi ucraini che saranno ospitati nel Comune di Palau; per  individuare un gruppo di cittadini ucraini, che collabori con i servizi amministrativi nella gestione delle emergenze, come supporto linguistico-culturale; e per tutte le altre necessità che si possono verificare.