Archivi

redazione@gallurainformazione.it
lunedì, Maggio 23, 2022
BreviCulturaNews

La Maddalena. Musei Garibaldini senza direttore; la Granara è andata in pensione

(di Claudio Ronchi) – Sicuramente avrebbe fatto molto di più se in questi due anni di sua permanenza alla direzione dei Musei di Caprera non fosse stata limitata dalla pandemia. Parliamo della dottoressa Giannina Granara, critica d’arte, che ha lasciato l’incarico (per pensionamento), che aveva accettato con tanto entusiasmo e che con altrettanto entusiasmo e con buoni risultati ha portato avanti.

Da isolana di San Pietro a isolana maddalenina, è stata la prima direttrice, in tanti anni, a dimorare stabilmente al Compendio Garibaldino di Caprera, vivendolo, respirandolo, compenetrandolo nella dimensione ideale e spirituale di colui che lo ha realizzato, abitato, amato e che vi riposa per l’eternità.

E proprio a conferma di quest’attaccamento che ormai la lega all’Arcipelago Giannina Granara ha lasciato l’alloggio ministeriale assegnatole a Caprera ma continuerà ad abitare nell’Arcipelago, rimanendo concittadina dell’Eroe e cittadina di una comunità nella quale si è trovata bene.

“Sarà una bella vita, perché continuerò a dedicarmi allo studio e alla ricerca, credendo fin d’ora in possibili collaborazioni, foriere di interessi storici e artistici”, ha affermato.

Direttrice dei due Musei di Caprera, la Casa Museo e il Memoriale di Forte Arbuticci, Giannina Granara è riuscita a realizzare l’apertura su doppio turno di entrambi, garantendo un’offerta promozionale che mancava da tempo.

E nonostante le chiusure e i limiti imposti dalla pandemia ha messo in piedi diversi eventi (incontri, convegni, presentazioni di iniziative e di libri), collaborando attivamente col Comune, con il Parco Nazionale, con la Marina Militare e con altri enti presenti sul territorio.

Particolarmente importante è stata l’incentivazione da lei voluta delle attività inerenti alla “comunicazione”, attraverso i media ed i social.