Archivi

redazione@gallurainformazione.it
giovedì, Maggio 26, 2022
BreviNews

Santa Teresa Gallura. Valle della Luna sarà gestita da una cooperativa sociale

(di Claudio Ronchi) – Il servizio di gestione delle aree inserite nel pSIC di Capo Testa, ed in particolare dell’area naturalistica circostante “Cala Grande”, conosciuta come “Valle della Luna”, rientranti nell’Area Marina Protetta, sarà affidato, mediante convenzionamento diretto, a cooperative sociali o consorzi tra cooperative che garantiscano l’inserimento lavorativo delle persone in situazione di svantaggio sociale, con preferenza per i residenti di Santa Teresa Gallura. Lo ha stabilito la Giunta Comunale.

L’importanza ambientale del Sito, peraltro molto bello e suggestivo, è data dalla presenza di specie vegetali molto rare e di altre endemiche dell’area ristretta alla costa Nord della Sardegna, veri e propri habitat unici, nonché dalla presenza, dal punto di vista faunistico, tra l’altro, di ben 24 specie animali elencate negli Allegati delle Direttive Comunitarie “Habitat e “Uccelli”, di cui 4 prioritarie, di cui 17 specie di uccelli, che in prevalenza si alimentano in mare e utilizzano la terra ferma per riprodursi.

L’area naturalistica circostante “Cala Grande”, più conosciuta come “Valle della Luna”, è scritto nella delibera, “ogni anno viene presa d’assalto da vere e proprie orde vandaliche di pseudo ‘naturalisti’ che si sono impossessati delle grotte naturali, realizzando veri e propri abusi edilizi (diverse capanne in legno e lamiera) che feriscono il paesaggio naturale del luogo, ed inoltre, sono all’ordine del giorno gli atti posti in essere che impediscono la libera fruibilità del luogo da parte dei cittadini residente e della popolazione fluttuante che soprattutto durante la stagione turistica visitano la località”.

È pertanto intenzione dell’Amministrazione Comunale, è scritto sempre nella delibera, “intervenire per riportare la legalità e anche e soprattutto ripristinare le condizioni ambientali originarie e incontaminate, provvedendo ad una vera e propria gestione dell’area, al solo fine di salvaguardare e preservare le bellezze naturali, provvedendo alla pulizia dei luoghi, eliminando tutte le immondizie che sono state accatastate negli anni”.