Archivi

redazione@gallurainformazione.it
martedì, Maggio 24, 2022
AttualitàCulturaNews

Arzachena-Palau. Domani, 8 marzo, Donne di carta; progetto dell’Istituto Superiore “Falcone e Borsellino” di Palau ed Arzachena

(di Marilena Bruschi) – “Donne di carta”, un progetto che vuole svegliare le coscienze sulle azioni oscure che gravitano nel silenzio delle stanze e nelle lacrime amare di chi subisce psicologicamente e fisicamente delle violenze.

Gli alunni dell’Istituto Superiore “Falcone e Borsellino” di Palau ed Arzachena hanno portato avanti il progetto “Donne di carta” che avrà il suo momento eccezionale martedì 8 marzo alle 10,00 ad Arzachena. Il progetto, secondo la nuova normativa ministeriale sull’ insegnamento trasversale dell’educazione civica, ha l’intento “di coinvolgere gli alunni nel maturare una vera coscienza civica, connessa ad una prospettiva di genere per diventare consapevoli delle radici culturali, sociali, politiche ed economiche che stanno alla base di discriminazioni, violenze e disuguaglianze di genere e  costruire una società più equa e rispettosa delle differenze.” Per questo gli alunni e le alunne del Liceo Scientifico di Arzachena hanno scelto come tema la discriminazione contro le donne e l’educazione alla parità di genere, coinvolgendo tutte le materie disciplinari. Un docente dei referenti del progetto afferma che “il progetto ha trovato il giusto cammino anche grazie al coinvolgimento e alla collaborazione con gli Enti locali che hanno aderito alla nostra proposta con grande interesse ed entusiasmo; non solo, ma avremo anche il piacere di avere la collaborazione dell’Associazione Internazionale Soroptimist Club Gallura di Olbia, portavoce dell’iniziativa internazionale “Orange the world 2021” che ha l’intento di promuovere eventi di attenzione alle condizioni delle donne violate e alla tutela dei diritti di genere. Abbiamo scelto la giornata simbolo dell’8 marzo durante la quale, alla presenza del Sindaco del Comune di Arzachena, insieme ai referenti dei Servizi Sociali, alle rappresentanti del Club Gallura e con la presenza dei ragazzi del Liceo insieme ai docenti e al Dirigente scolastico, prof. Stefano Palmas, sarà inaugurata alle ore 9,30, (presso il Liceo) una panchina arancione con targa dedicata, simbolo di un posto occupato. Inutile dire quanto entusiasmo ed emozione ci sia da parte di tutti noi nel vivere questo momento di così forte interesse, finalmente usciamo dalle aule, finalmente ci occupiamo anche di buone pratiche. Infine il nostro sguardo è rivolto a tutte le donne che soffrono ed in particolare alle donne, bambine, madri e anziane dell’Ucraina, consapevoli che il riconoscimento dei diritti di genere debba andare di pari passo con il riconoscimento del diritto alla pace.”

I lavori proseguiranno all’Auditorium, concesso dal Comune, alle ore 10,00 dove ci sarà un incontro dibattito con la psicologa dott.ssa Stefania Pileri e lo psicoterapeuta dott. Agostino Loriga che faranno degli interventi sul tema, coinvolgendo i ragazzi del Liceo che presenteranno i lavori fatti a scuola.