Archivi

redazione@gallurainformazione.it
lunedì, Maggio 23, 2022
AttualitàNews

Santa Teresa Gallura. Area Marina Protetta: Ecco alcune attività dell’anno scorso

(di Claudio Ronchi) – Nel 2021, l’Area Marina Protetta di Capo Testa-Punta Falcone è passata da AMP in fase di istituzione “ad essere la 29ª area marina protetta istituita”. Lo ha ricordato, nell’ultimo Consiglio Comunale, il delegato Sandro Villani.

A maggio scorso è stato approvato il disciplinare provvisorio delle attività all’interno dell’Area, “sul quale si è espresso positivamente parere il Ministero della Transizione Ecologica”.

Come da programmazione ISEA ed anche DUP, ha proseguito il delegato, “è stato avviato il sistema, non ancora completato, di informazione territoriale GIS”. Questo per consentire la costruzione di cartografie tematiche sulla base dei dati e delle cartografie di base fornite dalla Regione Sardegna dal Ministero.

Per quanto riguarda programmazione ISEA e il DUP, ha aggiunto Villani, “nell’anno 2021 è stato portato a termine il servizio di monitoraggio degli habitat delle specie vegetali faunistiche di importanza comunitaria, indicati dalla Direttiva Habitat 92 e 43, e uccelli 2009/147.

È stato anche portato a termine il progetto di educazione ambientale, “Il mare in rete tra Capo Testa e Tavolara, verso nuove prospettive di sostenibilità ambientale”; Progetto svolto dall’Area Marina Protetta di Capo Testa e da quella di Tavolara- Punta Cavallo, finanziato con un importo di 65.000 euro.

Questo progetto, ha precisato il consigliere Villani, era rivolto alle scuole di Santa Teresa e vi hanno collaborato può pescatori locali.

C’è stata la predisposizione anche dei cartelli relativi alla comunicazione di “Spiaggia Presidiata”, che ha interessato diversi arenili comunali; inoltre, ha affermato il delegato Villani “sono state portate avanti le delimitazioni degli arenili funzionali alla definizione catastale per una futura predisposizione del Piano di Utilizzo dei Litorali-PUL”.

Per quanto riguarda la gestione ordinaria delle autorizzazioni, in conformità a. disciplinare provvisorio, “non abbiamo incassato granché da questo, circa 6.000 euro”.

Altre attività sono state svolte lo scorso anno ma Gallura Informazione ne darà informazione nei prossimi giorni.