Archivi

redazione@gallurainformazione.it
martedì, Maggio 24, 2022
AttualitàNews

La Maddalena. Avanti tutta verso la “Bandiera Lilla”

(di Claudio Ronchi) – La Giunta Comunale, su proposta dell’assessora Federica Porcu, ha recentemente deliberato di aderire al “Protocollo di lavoro Bandiera Lilla”, al fine dell’ottenimento del prestigioso riconoscimento nonché di incaricare l’arch. Silvia Cera per l’adozione degli atti gestionali, compresa la sottoscrizione della convenzione per l’adesione a “Bandiera Lilla”.

Questo perché, ha dichiarato l’assessora, Bandiera Lilla ha ritenuto, in seguito ad una valutazione durata un anno, che il Comune di La Maddalena sia pronto per essere riconosciuto, Lilla”.

Essere un comune “Bandiera Lilla”, vuole dire avere servizi e progetti in atto che sono volti a favorire l’accoglienza di turisti con disabilità motorie, visive, uditive e patologie alimentari. Significa, in sostanza, avere una accessibilità delle strutture pubbliche destinate al turismo, superiore alla media.

“Ottenere questa bandiera non significa essere già essere già un Comune al 100% accessibile a tutti”, precisa l’assessora, “ma aver messo in campo una serie di azioni e averne programmate tante altre per diventare sempre più accessibile”. Ci stiamo rivolgendo ad una fetta di turismo molto importante, prosegue l’assessora Federica Porcu, “che da qui ai prossimi anni probabilmente volgerà lo sguardo anche verso di noi, un turismo che necessita di luoghi facilmente fruibili e percorribili; un centro storico accessibile a tutti con la presenza di servizi e anche di strutture alberghiere adeguate. È dall’inizio del mandato amministrativo – del resto fa parte del nostro programma – che siamo impegnati in interventi di abbattimento delle barriere architettoniche”, afferma ancora l’assessora Porcu, “degli interventi programmati, in meno di un anno ne sono stati realizzati circa all’80%.

Essere Bandiera Lilla, precisa, “non è un punto di arrivo ma di partenza, significa aver intrapreso un percorso di interventi che permetteranno di rendere il nostro comune sempre più accessibile ed inclusivo”.