Archivi

redazione@gallurainformazione.it
sabato, Giugno 25, 2022
AttualitàNews

La Maddalena. Promesse ieri le bonifiche nell’ex Arsenale e l’Accademia del Mare

Gli assessori regionali Giuseppe Fasolino e Alessandra Zedda

(di Claudio Ronchi) – Indipendentemente da come potrà andare la corsa per aggiudicarsi lo scettro di Capitale Italiana della Cultura 2024 e al di là anche di una certa retorica che nella conferenza (di presentazione e sostegno) di ieri non è mancata, due annunci sembrano particolarmente importanti, anche se a La Maddalena, di annunci e proclami nel passato più lontano e in quello più recente, ne sono già stati fatti parecchi, la stragrande maggioranza dei quali senza seguiti concreti.

A cominciare da quello delle bonifiche del mare dell’ex Arsenale, condizio sine qua non per rilanciare effettivamente quella struttura che avrebbe dovuto ospitare il G8 e l’altra dell’ex ospedale militare.

La vice presidente della Regione Alessandra Zedda ha annunciato, insieme all’assessore Giuseppe Fasolino, che “i 10 milioni di euro già destinati per la bonifica dell’ex Arsenale sono già assegnati a La Maddalena e guarda caso, alla fine del 2023 ci sarà il completamento del progetto, pronto per essere operativo nel 2024”.

In effetti questa assegnazione governativa risale ad alcuni anni fa e per i relativi interventi, concreti, di bonifica, era stato nominato commissario straordinario l’allora presidente della giunta regionale, Francesco Pigliaru. Il suo successore a Cagliari, Christian Solinas, gli è subentrato anche in questo ruolo. Sono passati già un paio d’anni e quasi niente, almeno che se ne sappia, si è mosso. L’auspicio naturalmente è che quanto dichiarato ieri dai due esponenti regionali, possa trovare concreta realizzazione, indipendentemente dalla designazione o meno a Capitale Italiana della Cultura.

L’altro annuncio, sempre slegato – si spera – dalla candidatura, riguarda l’Accademia del Mare. “Noi siamo disponibili a realizzare, a fianco al progetto della Città della Cultura, la Scuola Internazionale della Cultura del Mare”, ha dichiarato l’assessora Zedda.

“La Maddalena si candida, non solo alla Città della Cultura ma in particolare alla cultura del mare, attraverso la formazione e l’istruzione, che sono due argomenti e competenze di cui mi onoro di poter annoverare nel mio impegno quotidiano come assessore al lavoro, e ti dico Fabio (rivolta al sindaco Lai, ndr) che, da oggi, noi lavoriamo anche ad integrare con la massima Accademia di formazione internazionale. Chiunque vorrà – dei nostri giovani, presenti in tutto il mondo ma in particolare i giovani italiani oltre che i sardi prima – lavorare, formarsi e diventare davvero eccellenza nel settore del mare, dovrà venire a La Maddalena!”.