Archivi

redazione@gallurainformazione.it
domenica, Settembre 25, 2022
AttualitàNews

La Maddalena. C’è un finanziamento per smaltire natanti e relitti abbandonati

(di Claudio Ronchi) – Da anni il blog Liberissimo del giornalista Antonello Sagheddu segnala la presenza particolarmente sull’isola di Maddalena, di natanti e relitti abbandonati, sia nelle spiagge che nelle calette che lungo le scogliere. E da anni sollecita le autorità comunali di intervenire.

Nel 2020 amministratori e funzionari comunali hanno svolto diversi sopralluoghi come sopralluoghi sono stati effettuati della Capitaneria di Porto e segnalazioni sono pervenute al Comune stesso della Forestale, dai Carabinieri Forestali e da altri enti.

E di questi giorni la notizia, data dalla stessa assessora comunale all’Ambiente, Federica Porcu, che dall’Assessorato regionale all’Ambiente regionale per interessamento dell’assessore Gianni Lampis giungeranno a La Maddalena “300.000 per il recupero di circa 70 natanti abbandonati lungo le nostre coste e le nostre isole”.

La richiesta, precisa l’assessora comunale, “accompagnata da progetto comunale e schede ufficiali della Capitaneria di Porto, venne sottoposto all’attenzione dell’Assessorato regionale nel mese di marzo scorso, quando andammo insieme al consigliere Luca Falchi”.

Un buon risultato questo che si aggiunge agli altri finanziamenti recentemente stanziati, afferma ancora l’assessora Porcu, ovvero “150.000 euro per il sistema di valorizzazione zone umide, 20.000 euro come rimborso per l’acquisto di materiale riciclato (doghe di Cala Mangiavolpe) e 100.000 euro dai consiglieri regionali di Fdi nella legge omnibus per acquistare le alberature urbane. E anche 200.000 euro per le bonifiche di Sasso Rosso”.

L’auspicio ora è che, non solo si bandisca rapidamente la gara per assegnare gli interventi e che si provveda al recupero e smaltimento ma anche che si intensifichino i controlli al fine di evitare che nel giro di poco tempo si ripresenti il problema.