Archivi

redazione@gallurainformazione.it
venerdì, Gennaio 28, 2022
BreviNews

Luogosanto. Stasera, martedì, c’è Consiglio Comunale

(di Claudio Ronchi) – Sarà il Consiglio Comunale, convocato dal sindaco per oggi, martedì 30 novembre alle 17:00, a decidere sull’adesione di Luogosanto al Distretto Rurale Gallura. L’approvazione sembra più che mai scontata.

Il progetto, che dovrà essere approvato dalla Regione, vede come capofila l’Unione dei Comuni Alta Gallura. Una volta costituito l’organismo giuridico autonomo, il Distretto potrà partecipare ai bandi e richiedere i finanziamenti per gli imprenditori agricoli del territorio.

Luogosanto, naturalmente, non può non essere interessato a questo progetto.

Scrive l’unione dei comuni nella propria pagina Facebook che, di particolare rilevanza è stata l’attività del gruppo di lavoro tecnico amministrativo costituitosi, “che ha analizzato i fabbisogni provenienti dal territorio – emersi nel corso della fase di animazione territoriale – e verificato e allineato oltre 1.000 schede presentate dai privati, con una previsione media finanziaria pari ad euro 250.000 per singola azienda e una previsione globale di potenziali richieste di finanziamento, da riferire al medio termine, superiore ai 250 milioni di euro”. Sono state individuate, inoltre, “le filiere maggiormente rappresentative del territorio, così identificate:

1. Bovino da carne, principalmente razza limousine;

2. Ovicaprino, principalmente allevamento ovini da latte di razza sarda;

3. Vitivinicolo, principalmente Vermentino di Gallura;

4. Ortofrutticolo, sia in pieno campo che in coltura protetta;

5. Silvicoltura, con particolare riferimento al comparto del sughero.

Il risultato delle attività portate avanti dal gruppo di lavoro tecnico-amministrativo, unitamente alle diverse opzioni per la forma giuridica da utilizzare per la costituzione del distretto, è in fase di ultimazione e verrà sottoposto a breve all’attenzione del partenariato”.

Il Consiglio Comunale di martedì prossimo prevede all’ordine del giorno anche la ratifica di una delibera di Giunta relativa una variazione di Bilancio; L’approvazione del Rendiconto di Gestione del 2020; L’approvazione del piano di rientro del disavanzo di amministrazione e, ancora, una variazione al Bilancio di Previsione 2021/23.