Archivi

redazione@gallurainformazione.it
sabato, Dicembre 4, 2021
AttualitàCulturaNews

Palau. Venerdì “Voci di donna”, contro la violenza sulle donne

(di Marilena Bruschi) – “Voci di donna” è lo spettacolo che sarà presentato al Teatro di Montiggia, venerdì 26 novembre, in occasione della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne. Giornata promossa dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite nel 17 dicembre 1999, che ha designato il 25 novembre come data della ricorrenza per sensibilizzare i governi, le organizzazioni internazionali e le ONG ad organizzare in quel giorno attività volte a sensibilizzare l’opinione pubblica sul problema della violenza contro le donne.

Da allora ci sono state tante manifestazioni, incontri fra governi e delibere ma la discriminazione contro le donne non si è mai fermata, anzi, in questo periodo di pandemia sono aumentate le richieste di aiuto ai centri di vittimologia presso la Clinica psichiatrica dell’Università di Sassari e sappiamo che sono una piccola minoranza quelle che chiedono aiuto.

Secondo il Centro Aou di Sassari il 92% è rappresentato da persone che hanno subito violenza interpersonale, cioè subita all’interno di una relazione affettiva o intima, tra cui anche la violenza domestica. La cronaca giornalistica ci mostra come questo fenomeno, sommerso e preoccupante, vede morire una donna ogni tre giorni solo in Italia. L’obiettivo della giornata è quello di mantenere viva l’attenzione su questo fenomeno e sulla gravità del problema.

L’Amministrazione di Palau ha organizzato uno spettacolo teatrale “Voci di donna” per condividere un momento di riflessione con i giovani e gli adulti, come dice la locandina “Una scena nuda per mettere a nudo la violenza sulle donne. Il rapimento, il ricatto sessuale e psicologico, le botte: una costellazione di efferatezze che molti uomini compiono su molte, troppe donne.”

A calcare le scene ci sarà Monica Corimbi, nata e cresciuta a Nuoro, che da circa vent’anni ha recitato e continua a recitare in tutti i teatri regionali, e negli ultimi sei anni si è particolarmente impegnata nello studio e nell’approfondimento del teatro – canzone con tematiche sensibili, come l’affido familiare, l’educazione alimentare e numerosi laboratori di drammatizzazione teatrale e di animazione alla lettura nelle Scuole di ogni ordine e grado.

Con lei sul palco, Giovanni Carroni, specializzato nella recitazione, mimo, canto e teatro-danza e fondatore a Nuoro della compagnia Bocheteatro, della quale è direttore artistico e regista. È attore di teatro, cinema, televisione e conduttore radiofonico. Lo abbiamo visto in tv nel film “Il sequestro Soffiantini”, “Il mostro di Firenze” e nella serie televisiva “Tutti pazzi per amore”. Nel recital le musiche saranno affidate a due bravi musicisti, Matteo Cara al pianoforte e Fabio Coronas al bandoneon (un tipo di fisarmonica) e vibrafono (uno strumento a percussione).

Il recital verrà proposto al mattino agli alunni delle 4 e 5 superiori del “Falcone e Borsellino” e alla sera alle ore 21:00 a tutta la cittadinanza. La partecipazione ai recital è gratuita.