Archivi

redazione@gallurainformazione.it
sabato, Dicembre 4, 2021
AttualitàNews

Arzachena. Ci sarà da “rivedere” la convenzione Comune-Consorzio Costa Smeralda.

(di Claudio Ronchi) – A 3 anni dal rinnovo del Convenzione tra Comune di Arzachena e Consorzio Costa Smeralda, il sindaco, Roberto Ragnedda, aveva incaricato il dirigente del Settore Tecnico/Urbanistica/Edilizia Privata, Mario Chiodino, di redigerne una relazione. Sebbene senza votazione, il Consiglio Comunale è convenuto sul fatto che si dovrà procedere alla revisione della convenzione, come in effetti è stata la conclusione del dirigente, dopo aver letto la relazione sull’attuazione e il rispetto della stessa.

“Da quanto esposto dal dirigente, risultano delle lacune nella convenzione che impediscono un controllo periodico dello stato di attuazione, oltre alla necessità di modificare metodi e opere in vista dell’interesse pubblico e di valorizzazione del territorio”, ha commentato il sindaco, Roberto Ragnedda.

“Le convenzioni non devono essere una delega in bianco. Malgrado la credibilità dell’interlocutore, è necessario rivedere e integrare il documento in base alle nuove esigenze pubbliche e alla riorganizzazione dei servizi comunali. Ci auguriamo – ha proseguito il sindaco che le relazioni continuino a essere proficue e che ci si possa sedere a un tavolo per decidere sul futuro del territorio. La revisione della convenzione è un momento per confrontarci dal punto di vista politico ma anche tecnico per rendere più efficace la convenzione stessa.

Dal 2018 ad oggi – ha aggiunto Ragnedda – sono mutate le esigenze per una migliore gestione dei servizi, come i parcheggi ad esempio, materia che deve essere revisionata per quanto attiene sia la realizzazione di nuove aree sosta, sia per una nuova gestione unica valida per tutti i borghi e le spiagge di Arzachena. In merito alle isole ecologiche a scomparsa, invece, stiamo valutando un’estensione del servizio porta a porta in Costa Smeralda per cui andrà rivisto anche questo progetto”.