Archivi

redazione@gallurainformazione.it
lunedì, Novembre 29, 2021
BreviCulturaNewsStoria

Santa Teresa Gallura. Fu 200 anni fa che il paese divenne Comune autonomo

(di Claudio Ronchi) – Si è rammaricato oggi, l’ex sindaco Nino Nicoli, per il fatto che nessuna manifestazione sia stata programma né sia in programma per il bicentenario della nascita di Santa Teresa quale Comune Autonomo.

Nicoli ricorda la data del 15 novembre 1821. A leggere invece il libro “Le Bocche di Bonifacio”, edito da Paolo Sorba, scritto da Giovanna Sotgiu e Antonio Frau, la data sarebbe stata il 15 settembre.

Forse l’equivoco nasce dal fatto che il 15 settembre del 1821 Santa Teresa ottenne di eleggere il proprio Consiglio Comunitativo (così allora si chiamava il Consiglio Comunale) divenendo poi ufficialmente autonomo due mesi dopo.

Qualche settimana prima o qualche settimana dopo, rimane comunque il fatto che da due secoli Santa Teresa abbia la propria autonomia amministrativa, staccandosi dall’essere Frazione di Tempio, e ciò avvenne 100 anni prima di Arzachena, mentre solo nel dopoguerra del ‘900 ottennero l’autonomia da Tempio altri comuni quali Palau, Luogosanto, Aglientu e Loiri.

Nel 1821 – si legge nella citata pubblicazione edita da Paolo Sorba – Santa Teresa contava 210 abitanti, ai quali s’aggiungevano circa 330 persone che vivevano nelle campagne. Le abitazioni del paese erano circa 40.

All’epoca Tempio contava 7000 abitanti e La Maddalena, divenuta Comune autonomo nel 1788, di abitanti ne aveva 1600.

Il primo Consiglio Comunitativo di Santa Teresa era composto dal sindaco Filippo Oriccioni e dai consiglieri Antonio Vincentelli e Antonio Pinna. Segretario era Anton Pasquino Quilichini. La parrocchia di San Vittorio invece era stata eretta l’8 febbraio del 1812 e primo parroco fu don Giuseppe Careddu, che ricoprì l’incarico fino al 1816.

Il 12 agosto del 1808, con Regio Diploma, il Re Vittorio Emanuele aveva dato ufficialmente vita alla nuova popolazione vicina alla torre di Longon Sardo, col nome di Santa Teresa, in onore di sua moglie, la Regina Maria Teresa.