Archivi

redazione@gallurainformazione.it
lunedì, Novembre 29, 2021
News

La Maddalena. Ci sarà il Garante dei disabili

La Maddalena. Ci sarà il Garante dei disabili

(di Claudio Ronchi) – Mentre vanno avanti, in genere attraverso Cantieri Comunali o personale dell’Ufficio Manutenzioni, i lavori di abbattimento delle barriere architettoniche, sia come atto di civiltà e realizzazione della inclusività sia per ottenere la Bandiera Lilla, ieri, il Consiglio Comunale, ha approvato il Regolamento per la Nomina del Garante per della Persona Diversamente Abile.

A proporlo è stato il delegato ai Servizi Sociali, Adriano Greco (nella foto).

Il Garante – è scritto nel Regolamento – si pone come punto di riferimento per le persone con disabilità, per la tutela dei loro diritti e degli interessi individuali e collettivi. Interviene di propria iniziativa o sulla base di segnalazioni scritte ove si lamentino disfunzioni, irregolarità, scorrettezze, prassi amministrative anomale o irragionevoli o qualunque altro comportamento, anche omissivo, del quale sia derivato o possa derivare un danno materiale morale al disabile.

Il Garante esercita le sue funzioni in piena autonomia e con indipendenza di giudizio e valutazione. È nominato dal sindaco dietro manifestazione di interesse, e l’incarico, della durata di tre anni e rinnovabile una sola volta, è svolto a titolo gratuito.

Chi può svolgere i servizi di Garante ? Si tratterà di una persona “di comprovata esperienza nel campo della disabilità e chiara competenza nell’ambito dei diritti dei disabili e delle attività sociali, dimostrabili a seguito di presentazione di curricula personali”.

A votare favorevolmente è stata la Maggioranza (il sindaco era assente in quanto a Cagliari) e la consigliera d’Opposizione, Manila Salvati. Giovanni Manconi si è astenuto mentre la capogruppo Annalisa Gulino, pur essendo favorevole alla istituzione, ha votato contro: aveva infatti proposto che la nomina non fosse di competenza del sindaco bensì del Consiglio Comunale; proposta non accolta dalla Maggioranza.

L’auspicio, a questo punto, è che, effettivamente, si possa individuare una persona che voglia e possa ricoprire questo incarico, tanto importante quanto delicato. In passato c’era stata un’esperienza simile sebbene in campo diverso, ed era stata quella del Difensore Civico. A suo tempo, e parliamo di diversi anni fa, era stato approvato il regolamento ma non si era mai individuata una persona che potessi rivestire tale incarico.