Archivi

redazione@gallurainformazione.it
lunedì, Agosto 15, 2022
CulturaNews

La Maddalena. Trent’anni fa moriva, in odore di santità, Padre Salvatore Vico

(di Claudio Ronchi) – “Oggi ricorrono 30 anni dalla morte di Padre Salvatore Vico, nostro concittadino, Servo di Dio”, ha ricordato il parroco di La Maddalena, don Andrea Domanski. “Ci uniremo spiritualmente alle celebrazioni presso il Santuario di Gesù Sommo ed Eterno Sacerdote a Tempio durante la Messa delle ore 18:00. Preghiamo di averlo presto tra la schiera dei beati e santi della Chiesa!”.

Lo scorso 12 agosto venne celebrata a La Maddalena, sua città natale, una Messa solenne in occasione del 125º anniversario della nascita del sacerdote isolano.

Padre Salvatore Vico è il fondatore della Congregazione Missionaria Figlie di Gesù Crocifisso, presente in tre Continenti. In Sardegna Padre Vico ha fondato scuole materne, orfanotrofi, istituti per anziani, scuole per portatori di handicap psichici ed altre opere sociali.

Con Lettera datata 8 maggio 2015 ricevuta dal vescovo mons. Sebastiano Sanguinetti, la Congregazione per le Cause di Beatificazione e Canonizzazione dei Santi ha dato ufficialmente la notizia che padre Salvatore Vico è “Servo di Dio” ovvero l’inizio della causa di beatificazione e canonizzazione.

Il vescovo di Tempio ha nominato il Postulatore che sta raccogliendo documenti e testimonianze che possano aiutare a ricostruire la vita e la santità di padre Vico. L’obiettivo è quello di verificarne la “eroicità delle virtù”; dopodiché la “palla” tornerà alla Congregazione dei Santi che verificherà se esistano le condizioni per attribuirgli l’appellativo di “Venerabile”. Si dovrà quindi attendere il riconoscimento ufficiale di un miracolo, del quale già peraltro si parla insistentemente.