Archivi

redazione@gallurainformazione.it
lunedì, Novembre 29, 2021
AttualitàNews

La Maddalena. Ora l’Isola è tra i 325 Borghi più belli d’Italia

La Maddalena. Ora l’Isola è tra i 325 Borghi più belli d’Italia

(di Claudio Ronchi) – Ieri, nel salone consiliare, c’è stato l’annuncio ufficiale: La Maddalena è tra i Borghi più belli d’Italia; all’inizio dell’anno prossimo il vessillo dei “Borghi”, che è ente pubblico costituito in seno all’ANCI (Associazione Nazionale Comuni d’Italia), sventolerà su Piazza Garibaldi, dal balcone del municipio, insieme al Tricolore, ai Quattro Mori, il vessillo Biancoceleste e quello dell’Unione Europea.

Il Comune de La Maddalena è il settimo comune sardo, il primo della Gallura, che entra a far parte di questa prestigiosa associazione. Gli altri sei comuni sardi sono: Castelsardo (certificato nel 2003), Bosa (2007), Carloforte (2010), Atzara (2013), Posada (2015), Sadali (2018). Sono in tutto, compresa La Maddalena, 325.

La procedura di valutazione è effettuata dal Comitato Scientifico, composto da esperti di riconosciuta autorevolezza, ed è certificata ISO 9001.

In diverse riunioni del Consiglio Direttivo, tenutesi a fine ottobre, sono stati ufficialmente ammessi nell’associazione 12 nuovi borghi, tra i quali, insieme a La Maddalena, figurano centri turistici assai noti e di particolare fascino, come: Alberobello, Petritoli e Nocera Umbra.

L’ammissione di La Maddalena è arrivata appena due giorni prima della scadenza per il deposito del progetto a supporto della candidatura a Capitale Italiana della Cultura 2024, e così l’associazione dei Borghi più belli d’Italia, che gode di assoluto prestigio a livello nazionale ed internazionale, ha potuto formalizzare il supporto, in qualità di partner, alla Città di La Maddalena che ha deciso di cimentarsi nella difficile competizione indetta dal Ministero della Cultura.

Ieri, lunedì 8 novembre, si è svolta la conferenza-stampa del sindaco Fabio Lai, di Franco Cuccureddu, coordinatore regionale dei Borghi più belli d’Italia e componente del Consiglio Direttivo Nazionale, dell’assessore al Turismo e la Cultura, Gianvincenzo Belli.