Archivi

redazione@gallurainformazione.it
sabato, Dicembre 4, 2021
AttualitàNews

Santa Teresa Gallura. Solo il 10% si sottopone allo screening; La sindaca: con le giuste attenzioni e responsabilità collettiva, possiamo gestire questa situazione.

Santa Teresa Gallura. Solo il 10% si sottopone allo screening; La sindaca: con le giuste attenzioni e responsabilità collettiva, possiamo gestire questa situazione.

(di Claudio Ronchi) – Ci si aspettava un maggiore afflusso, indubbiamente, allo screening di massa organizzato per venerdì e sabato scorsi, dopo la pubblicazione dei dati, da parte di ATS, dei casi di positività al Covid, saliti a 19. In effetti, a fare il tampone, si sono presentati in 474, che se rapportati alla popolazione vaccinabile, pari a 4716 persone, rappresenta appena il 10%.

Pochi, se rapportati al numero degli abitanti” commenta la sindaca, Nadia Matta, “ma sufficienti per rassicurarci e capire che, con le giuste attenzioni e responsabilità collettiva, possiamo gestire questa situazione. Nella piattaforma ATS sono segnalati 16 positivi al tampone molecolare”, ha precisato ieri la sindaca, “altre 3 persone sintomatiche, di cui uno non residente, sono risultate positive al tampone antigenico rapido effettuato in uno studio medico privato e sono in attesa del tampone molecolare”.

In paese, nei mesi scorsi, furono organizzate dall’Amministrazione Comunale, massicce campagne di screening, assai più partecipate, ed una vaccinazione dei cittadini che ad agosto era arrivata al 64%; campagna vaccinale poi estesa anche ai minori e continuata in maniera regolare fino a pochi giorni fa.

Per precauzione, in questi giorni, è stata rinviata una conferenza su preadolescenti e adolescenti, guardacaso dal titolo “L’impatto psicologico del Covid-19 negli adolescenti”, e sono stati annullati la prima uscita per Halloween, dei Fidali 78, e alcuni eventi programmati per oggi.

Purtroppo il virus è ancora in circolazione, tutti possiamo contrarlo, vaccinati e non vaccinati” ha scritto qualche giorno fa la sindaca, “e, pertanto, essere veicolo di trasmissione. Per questo motivo vi chiedo il massimo senso di responsabilità e di continuare a rispettare le disposizioni fornite dal Ministero della Salute”.