Archivi

redazione@gallurainformazione.it
giovedì, Ottobre 28, 2021
AttualitàCulturaNews

La Maddalena. Entro cinque giorni deve essere inviato il dossier per la candidatura a Capitale della Cultura

(di Claudio Ronchi) – Mancano ormai pochi giorni al perfezionamento della candidatura di La Maddalena Capitale Italiana della Cultura 2024. Entro martedì 19 ottobre il dossier dovrà essere inviato al Ministero.

Entro il 18 gennaio i dossier inviati dai 24 comuni italiani candidati saranno esaminato dall’apposita Commissione Tecnica nominata dal ministro Dario Franceschini, e saranno 10 i Comuni selezionati e finalisti.

Tra questi, entro marzo 2022, sarà proclamata la Capitale Italiana della Cultura per il 2024, e naturalmente da queste parti e non solo, ci si augura che possa essere La Maddalena.

Si diceva non solo, perché, ad esempio, a sostegno della candidatura isolana è giunta ieri l’adesione, da Roma, dell’Enpa (Ente Nazionale Protezione Animali), che appoggia l’Arcipelago scegliendolo tra gli altri 23 comuni d’Italia.

E dovrebbero arrivarne altre di queste adesioni mentre non mancano certamente quelle sarde e galluresi. Dalla Regione Autonoma della Sardegna alla Provincia di Sassari, dall’ANCI Sardegna al Parco Nazionale dell’Arcipelago di La Maddalena, dall’Università degli Studi di Sassari all’Unione dei Comuni Alta Gallura, passando per oltre una ventina di Comuni sostenitori, tra i quali Palau, Arzachena, Santa Teresa Gallura, Golfo Aranci, Luogosanto, Tempio, San Teodoro.

A livello locale ci sono diversi enti e associazioni che hanno presentato e stanno presentando dei progetti culturali, compresi gli istituti scolastici.

È una sfida senza dubbio entusiasmante – afferma il sindaco Fabio Lai – soprattutto perché rappresentiamo tutta la Sardegna, ma ammetto che la vera emozione è stata quella di vedere una Terra così unità pronta a sostenerci. Segno evidente che non è una sfida dell’Amministrazione ma di tutta la Sardegna”. 

Fabio Albieri, firmatario dell’adesione in qualità di presidente dell’Unione dei Comuni, si augura che ad essere scelta sia proprio La Maddalena ritenendosi convinto che progetti di tale portata hanno ripercussioni importanti sull’intero territorio e i benefici derivanti da un eventuale riconoscimento avranno una importante ricaduta anche di tipo economico sull’intera Sardegna.

“La Maddalena 2024” sono le pagine Facebook e Instagram attivate già da qualche giorno