Archivi

redazione@gallurainformazione.it
giovedì, Ottobre 28, 2021
CulturaNewsSport

La Maddalena. Sono partiti questa mattina in crociera 25 ragazzi del Nautico e del Liceo

La Maddalena. Sono partiti questa mattina in crociera 25 ragazzi del Nautico e del Liceo

(di Claudio Ronchi) – Poco dopo le 10 di questa mattina le imbarcazioni a vela, con motore ausiliario, Aurora (skipper Pierangelo Scanu), Eleonora (skipper Marco Cuccu), Noemi (skipper Antonello Mureddu) e Fidra (skipper Livio Lorenzoni), sono salpate dal porto di Cala Gavetta iniziando l’11ª delle crociere dell’Istituto Nautico, ideate e organizzate dal professor Giulio Plastina. A bordo ci sono 25 ragazzi, quasi tutti della classe quinta con alcuni insegnanti.

Siamo riusciti ad organizzare un evento del genere dopo due anni di restrizioni imposte dalla pandemia è un fatto di grande soddisfazione”, ha commentato il dirigente scolastico Stefano Satta. “Questo evento è nato quando l’Istituto Nautico era separato dal Liceo; adesso invece i due istituti sono insieme tanto che oggi partono anche per la prima volta dei ragazzi del Liceo e questo ci rende ancora più contenti”.

Le quattro imbarcazioni sono della lunghezza di 15 metri (una è di 16); ognuna è dotata di 5 cabine, 3 bagni e hanno ciascuna uno skipper, un docente accompagnatore e 6 studenti. Veleggiano e veleggeranno tra il Parco Nazionale di La Maddalena, l’Area Marina Protetta di Capo Testa-Punta Falcone, Costa Paradiso, il mare di Castelsardo fino ad arrivare al Parco Nazionale dell’Asinara per scendere poi fino all’Area Marina Protetta di Capo Caccia ed arrivare ad Alghero.

A salutare i ragazzi alla partenza c’erano questa mattina i loro familiari, il sindaco Fabio Lai con l’assessora alle Politiche Giovanili Stefania Terrazzoni, il consigliere di minoranza Giovanni Manconi, il parroco don Andrea Domanski che ha benedetto imbarcazioni e crocieristi.

È momento bellissimo questo! Far parte di uno stesso equipaggio significa condividere sogni, paure, vuol dire fare veramente gruppo”, ha affermato il sindaco che per professione – è militare della Guardia Costiera – conosce bene le sensazioni della navigazione. “E questo serve anche come insegnamento per tutta la vita. Dopo il Covid è questo un bellissimo modo per ripartire tutti insieme; vento in poppa ragazzi!”.