Archivi

redazione@gallurainformazione.it
giovedì, Ottobre 28, 2021
AttualitàCulturaNews

La Maddalena. Istituito il Comitato Promotore per “La Maddalena Capitale della Cultura 2024”

La Maddalena. Istituito il Comitato Promotore per “La Maddalena Capitale della Cultura 2024”

(di Claudio Ronchi) – È atteso per domani, lunedì, il primo comunicato stampa del Comitato Promotore istituito dal Comune, assessorato alla Cultura, per sostenere la candidatura di La Maddalena a Capitale Italiana della Cultura per il 2024. L’annuncio della costituzione del Comitato è stato dato venerdì scorso a Caprera, nel corso di un convegno che ha avuto luogo nella fortezza di Arbuticci-Memoriale Garibaldi, dall’assessore Gianvincenzo Belli.

Si tratterà di mettere in piedi, oltretutto in poco tempo, un programma importante che convinca la Commissione di 7 esperti, istituita dal ministro Dario Franceschini della validità, di portata nazionale e non solo, delle proposte.

Dovranno essere coinvolti più enti, a cominciare dalla Regione Sardegna, il Parco Nazionale, la Marina Militare, il Polo Museale della Sardegna.

Ma sarà anche su necessario coinvolgere anche i comuni vicini, da Palau ad Arzachena a Santa Teresa Gallura e perché no, per dare un taglio tranfrontaliero (una peculiarità in più), anche quello di Bonifacio in Corsica.

La Maddalena è l’unico comune sardo in corsa per il 2024; se la dovrà vedere con: Ala (Trento); Aliano (Matera); Ascoli Piceno; Asolo (Treviso); Burgio (Agrigento); Capistrano (Vibo Valentia); Chioggia (Venezia); Cittadella (Padova); Conversano (Bari); Diamante (Cosenza); Gioia dei Marsi (L’Aquila); Grosseto; Mesagne (Brindisi); Pesaro (Pesaro e Urbino); Pordenone; Saluzzo (Cuneo); Sestri Levante (Genova); Siracusa; Unione Comuni Montani Amiata Grossetana (Grosseto); Unione Comuni Paestum-Alto Cilento (Salerno); Viareggio (Lucca); Vicenza; Vinci (Firenze).

Il Comune che sarà designato per il 2024, Capitale Italiana della Cultura, potrà godere di un contributo statale di 1 milione di euro.

E per convincere la Commissione di esperti istituita dal Ministero della Cultura dovrà proporre un programma migliore di quelli che riusciranno a produrre i comuni concorrenti.

Nel 2022 la Capitale della Cultura sarà Procida, mentre nel 2023 toccherà a Bergamo insieme Brescia.