Archivi

redazione@gallurainformazione.it
venerdì, Settembre 17, 2021
AttualitàCulturaNews

Palau. Fidali ’76: stanchi ma soddisfatti; intervista a Barny Deiana

(di Marilena Bruschi) – Non è stato facile organizzare in queste condizioni e Barny Deiana, responsabile del gruppo dei Fidali ‘76, stanco ma soddisfatto fa un resoconto della loro esperienza: “Oggi, a quasi un anno di distanza, la nostra missione si è compiuta e possiamo dirci molto contenti di come siano andate le feste, sia quella di maggio che quella appena trascorsa. A maggio per la situazione pandemica e le normative in merito allora vigenti abbiamo potuto organizzare solo la parte religiosa e la processione si è potuta svolgere solo con le macchine, caricando la santa su un mezzo della Protezione Civile ma è stata una cerimonia per quanto semplice, intensa e pregna di spirito religioso. Da allora, la condizione di incertezza sull’evoluzione della situazione sanitaria e la paura di ulteriori restrizioni – prosegue Barny Deiana – non ci hanno permesso di lavorare in completa serenità e di poter programmare grandi eventi ma con il senno di poi siamo contentissimi delle scelte fatte e di quanto realizzato. I Fidali 76, che gruppo!!! di certo non molto numeroso, e forse anche per questo è stato un anno intenso, a tratti anche difficile ma di certo le avversità non ci hanno demoralizzato, anzi, ci hanno unito e rafforzato ulteriormente. È un’esperienza che consiglio di fare a tutte le leve future”, prosegue il responsabile del gruppo dei Fidali ’76; “È un momento di aggregazione e di crescita sia personale che della comunità tutta. Ad ogni modo nel nostro percorso non ci siamo sentiti e non eravamo soli, dobbiamo infatti ringraziare tutti quelli che ci hanno sostenuto, a partire  dalle nostre famiglie che hanno subito le nostre frequenti assenze e spesso ci hanno materialmente aiutato, senza il loro appoggio sarebbe stato tutto molto difficile; la comunità palaese che ha partecipato calorosamente ai nostri eventi, l’Amministrazione Comunale che è stata sempre al nostro fianco; tutte le attività commerciali che con supporto economico o materiale hanno contribuito alla realizzazione della “festa manna”; i fornitori di beni e servizi che, comprendendo il momento particolarmente difficile, ci hanno accompagnato mano mano nella programmazione e nella realizzazione della festa; ultimo ma non ultimo un grazie enorme a Don Paolo che ci ha dato questa meravigliosa opportunità e ci ha guidato incessantemente come un faro nella notte. A tutti il nostro più sentito grazie”.

Ora, ad inizio ottobre ci sarà il passaggio della bandiera al Comitato del ’77:  “Cercheremo di lasciare loro quanta più conoscenza possibile!” termina Barny Deiana, “rassicurandoli che, se vorranno, saremo al loro fianco… Ma di questo parleremo a breve, nel frattempo però non è detto che non ci sia da parte nostra qualche altra sorpresa, ci sono lavori in corso, state connessi!”.