Archivi

redazione@gallurainformazione.it
venerdì, Settembre 17, 2021
Volo drone sulla necropoli “Li Muri”. Foto da drone pilotato da D.Ferdani
BreviCulturaNews

Arzachena. Un “serious game” per “vivere” tra gli antenati nuragici

Volo drone sulla necropoli “Li Muri”. Foto da drone pilotato da D.Ferdani

(di Claudio Ronchi) – Un “serious game” (giochi cognitivi) permetterà di tornare indietro nel tempo, nell’epoca lontana dei nuraghi, degli uomini e le donne che all’epoca popolavano la Sardegna, facendo rivivere qui tempi passati “in maniera immersiva e coinvolgente: la vita quotidiana nei nuraghe, i rituali di sepoltura, la lavorazione delle ceramiche e della lana, le colture e così via”.

Sarà questo (almeno nelle intenzioni) uno degli aspetti che si svilupperanno attraverso la collaborazione tra il Comune e l’Istituto di Scienze del Patrimonio Culturale (ISPC) del CNR, che ha lo scopo, da un lato, di fornire uno racconto multimediale coordinato della Gallura quanto più fedele ai ritrovamenti archeologici e alle fonti a disposizione oggi (con ricostruzioni virtuali, applicazioni di realtà aumentata, un portale interattivo online);

Dall’altro quello di potenziare l’offerta culturale e turistica, al fine di convergere nuove e diverse fasce di pubblico, specialmente giovanile: avvicinare i cittadini al patrimonio locale, incuriosire turisti a visitare l’entroterra, offrire materiale di studio a studiosi e professionisti del settore culturale, nonché stimolare i giovani appunto a conoscere le antiche storie, tradizioni e usanze, comprese quelle enogastronomiche.