Archivi

redazione@gallurainformazione.it
venerdì, Settembre 17, 2021
AttualitàNews

La Maddalena. Sulla Sanità, per protesta, le minoranze abbandonano l’aula

(di Claudio Ronchi) – È successo ieri, lunedì, dopo il primo punto all’ordine del giorno, il question time: i due gruppi d’opposizione presenti, quello facente capo ad Annalisa Gulino e quello di Rosanna Giudice (l’altro gruppo era assente) hanno abbandonato l’aula per protesta nei confronti del sindaco e della presidente del Consiglio Comunale in quanto, afferma Annalisa Gulino, “abbiamo chiesto di inserire nell’ordine del giorno di oggi, una discussione sulla sanità, e questo non è stato fatto! Non nel question time – ha proseguito la Gulino – che ha tempi contingentati, ma se ne deve discutere con uno specifico punto dell’ordine del giorno, con i giusti tempi”.

È vero che la sanità è in capo alla Regione, ha proseguito Gulino, “e noi da mesi chiediamo un confronto con i vertici regionali, ma in più occasioni abbiamo chiesto, e in particolare nell’ultima conferenza dei capigruppo, di inserire l’argomento nell’ordine del giorno. Questo non è stato fatto. Non c’è quindi la volontà – ma questo è un modus operandi che va avanti da mesi – di affrontare anche solo una discussione con le opposizioni. È un argomento che non riusciamo a discutere all’interno della sede più opportuna che è il consiglio comunale”.

Rosanna Giudice, dopo aver ricordato che sull’argomento sanità “il sindaco non può fare nulla” tuttavia ha chiesto di discuterne in Consiglio, “Abbiamo anche chiesto la presenza di rappresentanti regionali, e non solo dell’ATS. La programmazione sulla sanità la fanno a Cagliari e sulla Maddalena c’è importo zero. Solo però con un confronto riusciremo a capire …”.

La Giudice ha ricordato poi che lo scorso 28 luglio era stata annunciata la riapertura del reparto di Medicina; “siamo arrivati a settembre ed è sempre chiusa. Secondo me, questo può essere un preludio per far diventare l’ospedale una casa della salute e questo non va bene!”. Però è in consiglio comunale che bisogna discuterne”.

I due gruppi d’opposizione hanno annunciato che proseguiranno la protesta, abbandonando l’aula, “fintantoché non si affronterà il problema in Consiglio”.