Archivi

redazione@gallurainformazione.it
lunedì, Novembre 29, 2021
AttualitàNewsSport

La Maddalena. Il giro di Caprera, a nuoto, in 7 ore e 54 minuti

(di Claudio Ronchi) – A Francesco Baldan, Riccardo Tigli e Marco Schilirò sono bastate 7 ore e 54 minuti per circumnavigare, a nuoto, l’isola di Caprera. Oltre 23 chilometri! Periplo mai realizzato prima, che se ne sappia!

L’impresa – iniziata a Cala Garibaldi, alle 7:40 di mercoledì 7 settembre, è stata favorita sì da condizioni meteo marine accettabili, ma in mare aperto i tre hanno comunque dovuto affrontare correnti piuttosto forti e fredde, nuotando, per la maggior parte del percorso, senza muta, che è stata indossata soltanto nell’ultimo tratto.

Il percorso è stato: Cala Garibaldi con direzione verso nord, Cala Serena, Cala Caprarese, Cala Napoletana, Punta Galera, Punta Crucitta, Candeo, hanno tirato dritti fino a Cala Coticcio e da qui sino all’isolotto della Pecora, passando poi dall’imboccatura di Porto Palma, virando sotto la sede del CVC, baia di Stagnali, ponte di Caprera con le sue forti e pericolose correnti, per tornare a Cala Garibaldi.

Hanno assistito i tre nuotatori la Guardia di Finanza, la Capitaneria di Porto, un gruppo di canonisti, una tavola Sup mentre gli organizzatori, supportati dai gommoni messi a disposizione dall’Associazione Acque Libere e dal Club Nautico, avevano predisposto la presenza di un medico con defibrillatore e di un bagnino.

I tre nuotatori, iscritti alla FIN (Federazione Italina Nuoto), sono partito insieme hanno nuotato sostanzialmente insieme e insieme sono arrivati al traguardo. Non era infatti una manifestazione competitiva ma con scopo benefico, ovvero per raccogliere fondi da devolvere a Sea Me Sardinia Onlus (www.seame.it) per l’acquisto di un’imbarcazione per svolgere le proprie attività di ricerca e conservazione dei cetacei del Mediterraneo, un gommone che consenta di agevolare l’attività di monitoraggio e di studio e salvaguardia. “Speriamo che questa impresa serva a sensibilizzare tutti sulla conservazione del mare, dei cetacei in particolare” ha affermato il presidente dell’associazione, Luca Bittau.

Domani, venerdì 10 settembre, ore 17:00, è prevista una cerimonia conclusiva con gli atleti i rappresentanti di Sea Me, istituzioni e partner che hanno sostenuto la manifestazione, presso la location di Zi Antò a Punta Tegge. La serata si concluderà con un momento di divulgazione su balene e delfini del Mediterraneo a cura dei ricercatori di Sea Me Sardinia. È gradita la prenotazione su WhatsApp al +39 3888585948.

La campagna di raccolta fondi è ancora aperta.