Archivi

redazione@gallurainformazione.it
domenica, Ottobre 17, 2021
AttualitàCulturaNews

Santa Teresa Gallura. Santa Teresa è “Città che Legge”; parte il “Patto locale per la Lettura”

(di Claudio Ronchi) – Grazie all’organizzazione di forme di servizio diffuso di lettura, quali, in paese, la biblioteca “Grazia Deledda”, a San Pasquale la biblioteca “Ferruccio Mannoni” e la mediateca, attraverso le molteplici attività di promozione alla lettura attivate, il Comune di Santa Teresa Gallura ha ottenuto la qualifica di “Città che legge 2018/2019 e 2020/2021”.

Questo importante riconoscimento da parte del Centro per il Libro e la Lettura (Cepell), istituto autonomo del MiC (Ministero della Cultura), in collaborazione con l’Associazione Nazionale Comuni Italiani (ANCI), porta l’Amministrazione Comunale all’adozione del “Patto locale per la Lettura”, per garantire la promozione della lettura in maniera costante e continua sul territorio, in collaborazione con diversi soggetti pubblici e privati.

Il “Patto locale per la Lettura”, è un documento aperto, al quale potranno aderire volontariamente tutti coloro che, a vario titolo, sulla base delle proprie competenze e funzioni, vorranno fornire il proprio contributo alle sue finalità.

Si propone di creare sinergia tra i protagonisti della filiera culturale locale, in particolare del libro, e si rivolge a tutti coloro che possano contribuire alla diffusione della lettura nel territorio, migliorando la qualità della vita individuale e collettiva.

In particolare, il Patto intende coinvolgere: biblioteche, istituzioni pubbliche e private, scuole, case editrici, librerie, autori, associazioni culturali e di volontariato, lettori organizzati in gruppi, imprese private.

Vi possono partecipare tutti coloro che siano interessati,, con sede nel Comune di Santa Teresa Gallura o nei comuni limitrofi.