Archivi

redazione@gallurainformazione.it
giovedì, Ottobre 28, 2021
AttualitàCulturaNews

Palau. Isole che Parlano: Interessante, come sempre, il programma

(di Marilena Bruschi) – Nozze d’argento per “Isole che parlano”, il fortunato Festival Internazionale creato dai fratelli Angeli a Palau è arrivato alla 25^ edizione. Una settimana di musica, fotografia e laboratori per bambini che si incontreranno fra le zone più belle e caratteristiche di Palau, La Maddalena, Arzachena e Luogosanto. Anche quest’anno il programma è ricco di appuntamenti di arte, cultura e tanta musica nello scenario pazzesco della Sardegna preistorica, fra rocce granitiche e vegetazione rigogliosa, fra coste marine da mozzafiato e montagna da esplorare: tutto questo è Isole che parlano.

Inizierà domenica 5 settembre con il concerto di Eloisa Manera al violino e Daniela Savoldi al violoncello alla Tomba di Giganti Coddu Vecchju.

Dal 6 all’8 settembre saranno protagonisti  i coloratissimi Laboratori  per bambini e ragazzi ideati e  curati da Alessandra Angeli nel Polo Culturale di Montiggia, tutti i giorni dalle 09,30 alle 12,30, dove potranno costruire i Buàtti e Burattini,  pupazzi ispirati alla tradizione delle bambole galluresi, creare lo spettacolo “Il negozio di giocattoli incantato” con l’aiuto dell’artista di murales Davide Serra aka Effetto Serra, assaporare l’arte dell’animazione con Gek Tessaro, autore e illustratore di libri per l’infanzia e ideatore del “teatro parlato” con letture animate.
Appuntamento importante è la Fotografia di Nanni Angeli , giovedì 9 settembre ci sarà l’inaugurazione  della mostra fotografica al Centro di Documentazione del Territorio di Palau “Wide Gaze” di Francesco Cito, uno dei più grandi fotoreporter contemporanei che ha lasciato la sua Napoli per immortalare  reportage dall’Afganistan, Libano, Palestina, l’Iraq e il Kossovo.

Non mancheranno le degustazioni guidate eno-gastronomiche di prodotti ed eccellenze tipiche della Sardegna durante alcuni eventi in programma: degustazione di vini al Centro di documentazione; degustazione di miele a Luogosanto presso il Palazzo di Baldu, guidata dagli apicoltori specializzati del luogo Apiaresos e presentazione dell’idromele Liune “Isole 24”; aperitivo campestre a san Giorgio  e brindisi con i vini “La Contralta” a lu Stazzu le Saline.

Al centro di tutto il programma tanta musica dal 9 al 12 settembre:  
a punta don Diego a Talmone per il concerto post-trakking Marcellì Bayer proveniente da Barcellona che suonerà il Sax baritono; a La Maddalena in località Punta Tegge 
 il concerto al tramonto con il sassofonista Gavino Murgia; a Luogosanto nella Piazza della Basilica Musiche tradizionali tra sacro e profano Toccos e Reppiccos
 e il 
 Concerto dei Campanari di Locusantu e Gavino Murgia; sempre a Luogosanto nel Palazzo di Baldu concerto Ilienses e Tenore Murales de Orgosolo; a Cala Martinella, Palau, “Risacca #16” con il duo Valeria Sturba e 
Caterina Palazzi; a Palau in località Porto Faro 
 il concerto di Širom (Slovenia) Ana Kravanja Samo Kutin Iztok Koren e di Caterina Palazzi, Giacomo Ancillotto, Sergio Pomante e Maurizio Chiavaro; a Palau nella Chiesa campestre di San Giorgio concerto Evocazioni e Invocazioni con Davide Ambrogio; a Capo D’Orso musiche tradizionali tra sacro e profano 
 dedicate a Pietro Sassu e Mario Cervo
  con un concerto acustico itinerante di musiche tradizionali Canti a Tenore; a Palau in località Porto Faro il Concerto “Ooopopoiooo” con Valeria Sturba, 
Vincenzo Vasi, Giorgio Pakori e Filippo Sala; Seward (Argentina/Venezuela/Spagna) Adriano Galante, Banjo, Meritxell, Neddermann e Pablo Schvarzman.

Domenica 12 Settembre gran finale a Stazzu Le Saline a Palau per un concerto aperitivo al mattino con le Cantine “La Contralta”, e la musica dei  Freak Motel Guest di Matteo Sedda, Andrea Sanna, Nicola Vacca e Andrea Parodo e alla sera a Cala Corsara, Isola di Spargi, concerto al tramontoThe Stolen CelloRedi Hasa e Rocco Nigro.  Vecchio Saluto al mare alle ore 21,00 nella spiaggia di Palau.