Archivi

redazione@gallurainformazione.it
venerdì, Settembre 17, 2021
BreviCulturaNews

La Maddalena. Son “tornati” i pellegrinaggi nel “Santuario del Creato”

(di Claudio Ronchi) –  Interrotti lo scorso anno per la pandemia, sono ripresi, in questa stagione estiva, i pellegrinaggi nelle isole dell’Arcipelago-Parco organizzati, per la Parrocchia di Santa Maria Maddalena, da Pierluigi Aversano.

Lo scorso 28 luglio si è svolto il primo, una bella giornata trascorsa da una sessantina di persone tra le isole di Razzoli e Budelli dove, il vicario parrocchiale don Mauro Caldaras, ha celebrato Messa, di pomeriggio, a ridosso della spiaggia del Cavaliere. E non è stata solamente  soltanto una giornata di spiritualità ma di sole, bagni e divertimento.

Ed è quello che si preannuncia per il giorno di Ferragosto quando ci sarà la classica delle gite-pellegrinaggio nell’isola di Santa Maria. Domenica 15 agosto l’appuntamento è per le 14:30 nella chiesa di Santa Maria Maddalena mentre la partenza è prevista da Amendola alle 14:45. Un’oretta di traversata ammirando da lontano prima e da vicino poi quello che l’ideatore di questi pellegrinaggi, l’ex parroco Domenico Degortes definì “il santuario del Creato”, e poi ci sarà lo sbarco nella spiaggia grande della più fertile e vivibile tra le piccole isole dell’Arcipelago.

Per circa tre ore ci sarà la possibilità di prendere il sole e fare il bagno poi, in programma alle 16:00 la processione che, dalla spiaggia, porterà all’interno dell’isoletta dove si erge la piccola cappella dell’Assunta. Alle 18:00 sarà celebrata la Messa. Alle 20:00 è prevista la partenza dal molo di Santa Maria e arrivo nell’isola di Maddalena, in via Amendola sarà attorno alle 20:45.

Il 27 agosto è in programma un altro pellegrinaggio, questa volta in … Francia, con attraversamento delle Bocche di Bonifacio e destinazione l’isola di Lavezzi. Già fissato anche il pellegrinaggio a Spargi, il 3 settembre mentre è ancora incerto se sarà organizzato quello a Santo Stefano, il 14 settembre.

I pellegrinaggi nelle isole iniziarono nel 1998 quando don Domenico Degortes divenne parroco. Per alcuni anni se ne organizzò uno solo, il 15 agosto appunto, nell’isola di Santa Maria, sede nel medioevo di un monastero benedettino e dove negli anni ’50 del secolo scorso fu costruita la cappella dell’Assunta. Nel corso degli anni durante l’estate se ne aggiunsero degli altri di pellegrinaggi, fino ad arrivare a cinque.

L’ultimo, dal punto di vista cronologico “ideato” dall’ex parroco è quello nella vicina isola di Santo Stefano dove subì la prigionia e martirio nel 235 Papa Ponziano. A Santo Stefano il 18º vescovo di Roma rimase sepolto per alcuni anni fino a che i suoi resti mortali non vennero portati a Roma e sepolti nella cripta papale delle catacombe di San Callisto.