Archivi

redazione@gallurainformazione.it
venerdì, Luglio 23, 2021
AttualitàNews

La Maddalena. L’Associazione Comparto Nautico chiede tutela dall’abusivismo, numero chiuso ed estensione riserva del 75%

La Maddalena. L’Associazione Comparto Nautico chiede tutela dall’abusivismo, numero chiuso ed estensione riserva del 75%

 (di Claudio Ronchi) – “Con l’Ente Parco abbiamo avviato, con speranza, un dialogo cercando di ottenere le giuste tutele. Dopo mesi di trattative e di promesse, però, non abbiamo ottenuto nulla di ciò che rivendicavamo. Un rifiuto netto ad ogni nostra legittima richiesta o proposta operativa”. È più che rammaricata l’Associazione Comparto Nautico La Maddalena, presieduta da Michela Aversano, composta da oltre 40 operatori; chiede tutela contro l’abusivismo, numero chiuso e che venga estesa, anche al settore noleggio, locazione e diving, la norma del Parco Nazionale che riserva il 75% delle autorizzazioni alle barche del traffico passeggeri di La Maddalena.

“A causa del dilagare dell’abusivismo incontrollato e, dell’assurda e, per noi, discriminatoria normativa che consente a qualunque diportista privato di effettuare il noleggio occasionale per ben 42 uscite stagionali anche in barba alle norme di sicurezza, stiamo vivendo una pericolosa recessione col rischio di chiusura delle attività”, scrive l’Associazione. “Schiacciati da questo meccanismo sleale siamo ormai stanchi di subire pesanti umiliazioni volute dalla liberalizzazione selvaggia. Ma siamo anche indignati dal continuo assalto indiscriminato del nostro Parco. L’ Arcipelago è diventato da tempo ‘il mare dei furbetti’”. 

L’Associazione si rivolge pertanto al Parco Nazionale e al Comune perché intervengano.