Archivi

redazione@gallurainformazione.it
sabato, Ottobre 16, 2021
AttualitàNews

La Maddalena. Bonanno: Con Giugno Slow, La Maddalena punto di raccordo fra le isole del Mediterraneo

(di Claudio Ronchi) – “L’idea è quella di vedere in La Maddalena un punto di equilibrio e di raccordo fra le isole del Mediterraneo”. Le parole, pronunciate nella piazza-terrazza-panoramica che s’ affaccia su Cala Gavetta, sono state pronunciate ieri da Giuseppe Bonanno, per due lustri da molti apprezzato presidente del Parco Nazionale, ideatore e coordinatore di Giugno Slow e consigliere nazionale di Slow Food. Con lui c’erano il delegato agli eventi Roberto Cossu, Giuseppe Garibaldi jr, gli assessori Stefania Terrazzoni e Gianvincenzo Belli, Simona Gay, mentre con la piattaforma Zoom sono stati effettuati alcuni collegamenti ed interventi con e da altre isole italiane.

“Al di là delle iniziative e dei sentimenti che ci collegano e ci affraternano con le altre isole” ha proseguito Bonanno, “lo spunto che ci ha regalato la narrazione parte da un aneddoto, legato al fatto che Giuseppe Garibaldi, di ritorno da Ischia, dove aveva fatto delle cure termali, portò con sé una barbatella di vite insieme ad un fattore che lo aiutò ad impiantare la vigna, a Caprera. Questo è stato per noi uno spunto per ragionare sul fatto che, effettivamente, le isole, che tutti concepiscono come elementi distanti e isolati, in realtà – nel passato ma ancora oggi- costituiscono dei punti di arrivo, degli approdi; e lo scambio che c’è stato fra persone, con i prodotti e con le piante, ha determinato l’insorgere, la nascita di studi che sono bellissimi da raccontare”.

Partendo da questa “suggestione”, ha spiegato Bonanno, “abbiamo deciso di intitolare la manifestazione di quest’anno, ‘Vite e Vite’, intendendo con questo ricordare le persone che sono occupate a coltivare la vite, con grandi sforzi, perché, ricordiamoci che l’agricoltura, nelle isole, è spesso definita ‘viticoltura eroica’, per le condizioni climatiche difficili e spesso avverse”.

La manifestazione prevede un contest rivolto ai ristoratori e ai barman di La Maddalena, ‘A tavola con Garibaldi’ e ‘Un brindisi per Garibaldi’,che “alterneranno momenti di gioiosa competizione”. Un’occasione, ha concluso Bonanno “per ragionare sulla provenienza dei prodotti, sullo scarto, sulla circolarità e soprattutto sulla valorizzazione storico-culturale di quello che il proprio territorio può esprimere. Ovvero un’identità che, attraverso il piatto, ritorna ad essere elemento di narrazione e perciò di promozione culturale, e perché no, turistica”.