Archivi

redazione@gallurainformazione.it
venerdì, Luglio 23, 2021
AttualitàNews

La Maddalena. Punta Rossa: ci sono vincoli rigidi della Sovrintendenza

(di Claudio Ronchi) – “Dovremo aprire un dialogo con la Sovrintendenza, che ha stabilito vincoli talmente rigidi da impedire alcuni interventi urgenti per il recupero conservativo degli immobili”. Smorzano subito i facili entusiasmi creatisi in questi giorni, le parole dell’assessore regionale agli Enti Locali, Quirico Sanna, sui destini dell’ex fortezza militare di Punta Rossa, a Caprera, per la quale nei giorni scorsi la Giunta Regionale ha approvato il bando che potrà portare alla assegnazione della stessa ai privati.

Smorza gli entusiasmi, questa dichiarazione, di chi abbia potuto pensare in una rapida assegnazione e ad una riconversione della struttura a fini turistici pur salvaguardandone la natura storico architettonica e l’usufruibilità pubblica.

La Regione punta dunque a gettare le basi per un “recupero della struttura e alla sua riqualificazione per fini turistici e ambientali”, sebbene sia “necessario mantenere l’equilibrio tra il complesso militare, la sua storia e l’ambiente naturale di pregio che lo circonda, un insieme che rappresenta il valore unico e assoluto di Punta Rossa”. Ma la frase pronunciata dall’assessore che parla di “vincoli talmente rigidi” della Sovrintendenza, “da impedire alcuni interventi urgenti per il recupero conservativo degli immobili”, per i quali auspica l’apertura di un “dialogo”, ricordano che esistono situazioni che hanno il loro peso e che non facilitano certamente le cose.