Archivi

redazione@gallurainformazione.it
martedì, Giugno 22, 2021
AttualitàNews

Arzachena. Con giugno riprende l’occupazione derivante dal turismo

(di Claudio Ronchi) – Di pari passo con le riaperture delle attività estive e il graduale aumento delle presenze, vanno le assunzioni di personale, boccata d’ossigeno dopo la crisi derivante dalla pandemìa, per molte lavoratrici e lavoratori.

Arzachena molto vive di reddito prodotto dal turismo ma anche dall’occupazione che questo sviluppa.

Già da questi giorni le strutture stanno cercando personale. Il problema però” sottolinea Cristina Usai, assessora al Turismo e vicesindaca,è che se prima c’erano delle persone che lavoravano per 5-6 mesi e a volte anche di più, ora la stagione si è ridotta: niente a maggio, si partirà da metà giugno per lavorare a luglio ed agosto, con la speranza per settembre e magari qualche giorno di ottobre. E ad Arzachena ci sono intere famiglie che vivono di lavoro stagionale.

Un aspetto diverso è quello che va al di là delle strutture alberghiere e che invece riguarda le ville, le grandi ville. “L’indotto del turismo di lusso è molto importante dal punto di vista lavorativo”, afferma l’assessora Usai. “Ci sono delle ville che del personale assunto per tutto l’anno, persone di servizio, giardinieri, custodi, governanti. Naturalmente, durante estivo viene assunto del personale in più come chef, babysitter autisti eccetera. Questo indotto lavorativo lo scorso non è diminuito e non dovrebbe esserlo neanche quest’anno”.