Archivi

redazione@gallurainformazione.it
martedì, Giugno 22, 2021
AttualitàCulturaNews

GALLURA DEL NORD EST Ambiente; Rubrica settimanale di martedì 25 maggio 2021

A cura di Claudio Ronchi

SANTA TERESA GALLURA. SULL’AMBIENTE “INTESA” TRA COMUNE E PLASTIC FREE. Sarà presto firmato un protocollo d’intesa tra il Comune e l’associazione di volontariato Onlus Plastic Free, che ha sede a Termoli, in provincia di Campobasso, nella Regione Molise.  L’Onlus si propone di formare e sensibilizzare le persone sulla pericolosità della plastica, in particolare quella monouso, per i suoi effetti devastanti sull’intero ecosistema. Plastic Free, avvalendosi principalmente dei propri canali di comunicazione, quali il sito Internet, le pagine sociali eccetera, promuove e organizza iniziative volte a dare concreta attuazione alla lotta contro la plastica quali, ad esempio, l’organizzazione di giornate dedicate alla pulizia di parti del territorio come parchi o spiagge, e questo con l’aiuto di persone che volontariamente, autonomamente, e gratuitamente decidono di parteciparvi iscrivendosi all’associazione.  L’associazione si propone di organizzare lezioni di educazione ambientale nelle scuole, di informazione attraverso stand, di organizzare passeggiate ecologiche e turistiche nel territorio, di segnalare l’abbandono di rifiuti in maniera abusiva e di sensibilizzare sui social. 

SANTA TERESA GALLURA. A CAPO TESTA UN OSSERVATORIO MARINO. È intenzione dell’Amministrazione Comunale la realizzazione di un Osservatorio Marino presso l’edificio comunale dell’ex Semaforo di Capo Testa.  Si tratterà di una Stazione Meteo Marina, ad alta tecnologia per il monitoraggio del vento, considerato peraltro che il paese si trova in una situazione strategica dal punto di vista della sicurezza della navigazione nelle Bocche di Bonifacio.  L’ex semaforo di Capo Testa, è scritto nella recente deliberazione della Giunta Comunale, si trova in buono stato di conservazione e richiede esclusivamente interventi manutentivi di modesta entità che, eventualmente potranno essere approntati dalla società alla quale, successivamente, verrà affidato lo sviluppo del progetto.

PALAU. MANUTENZIONI AL RIO SURRAU E RIO SCOPA. È stato approvato il progetto definitivo per le manutenzioni ordinaria e pulizia del Rio Surrau e del Rio Scopa. Saranno spesi circa 60.000 euro. L’intervento rientra tra le azioni poste in essere dall’Amministrazione Comunale relative al monitoraggio dei corsi d’acqua della conseguente manutenzione su di essi, al fine di evitare allagamenti che potrebbero causare nocumento alla popolazione, ai beni materiali e quindi all’economia. Il progetto è stato redatto dall’ing. Massimiliano Demontis con studio in Olbia.

LA MADDALENA. ‘PROGETTO ISOLE 2021’, UN ARCIPELAGO DA DIFENDERE; SABATO RACCOLTE CIRCA 4 TONNELLATE DI RIFIUTI. Sono state oltre 100 le persone, sabato 22 maggio, che hanno risposto positivamente alla giornata ambientale ‘Progetto isole 2021’, organizzata dall’Ente Parco Nazionale Arcipelago di La Maddalena e dal gruppo di volontari ‘Un arcipelago senza plastica’. Alla manifestazione ha collaborato la Guardia Costiera, l’Associazione Velieri in Vela latina La Maddalena, la ditta GPD che ha messo a disposizione un traghetto e un gommone. Sono state raccolte, in alcune isole dell’Arcipelago (non per tutte stato possibile a causa del vento), circa 4 tonnellate di rifiuti: in 32 uscite sono oltre 64. ‘Un arcipelago senza plastica’ lancia l’allarme: “la situazione, inutile nasconderlo peggiora di giorno in giorno; sulle coste esposte al maestrale si trova di tutto”.

BOCCHE DI BONIFACIO. APPROVATA RISOLUZIONE, DEIANA E MARINO (M5S): “VERSO INTERVENTI IMMEDIATI E CONCRETI PER LA TUTELA DELL’AMBIENTE”. Approvata in Commissione Ambiente della Camera la risoluzione della deputata del Movimento 5 stelle Paola Deiana recante iniziative di tutela ambientale nelle Bocche di Bonifacio.“La risoluzione – spiegano la prima firmataria Deiana e l’On. Nardo Marino, co-firmatario – riformulata con le osservazioni e proposte emerse nel corso delle audizioni, punta a impegnare il Governo a valutare l’opportunità di assumere iniziative, nelle opportune sedi internazionali, volte a tutelare un’area di importanza ambientale e strategica nei traffici marittimi come quella delle Bocche di Bonifacio, mediante ulteriori e più specifiche misure protettive associate al riconoscimento come Particularly Sensitive Sea Area (Pssa) che garantiscano la sicurezza della navigazione e contestualmente la protezione dell’ambiente marino e degli ecosistemi vulnerabili e ad assumere iniziative per implementare il sistema di informazione sulle navi in transito nello stretto di Bonifacio, anche rafforzando gli accordi di collaborazione con lo Stato francese”.“Come sappiamo – sottolineano i deputati pentastellati – si tratta di un tratto di mare particolarmente pericoloso, per le numerose navi che vi transitano e di conseguenza per l’alto rischiando di collisioni e sversamenti che impongono l’individuazione delle giuste precauzioni al fine di rafforzare la sicurezza marittima e la protezione dell’ambiente marino. Per tali ragioni si richiedono interventi immediati e concreti”.