Archivi

redazione@gallurainformazione.it
mercoledì, Settembre 29, 2021
BreviNews

GAZZETTA DI SANTA TERESA GALLURA, di venerdì 21 maggio 2021

 (a cura di Claudio Ronchi)

CALA GRANDE RIAPERTA ALLA BALNEAZIONE. La sindaca, Nadia Matta, ha firmato ordinanza di revoca di sua precedente che vietava a Cala Grande la balneazione.  Sulla base delle risultanze più recenti, i parametri sono rientrati nei limiti della norma per cui è riammessa la balneazione.

PESCA DEL CORALLO: CHI HA MATERIALE O TESTIMONIANZE CONTATTI L’ARCHIVIO STORICO. Bella iniziativa da parte dei responsabili dell’Archivio Storico Comunale che, con l’intento di arricchire e continuare a valorizzare il proprio patrimonio e di conseguenza la storia della comunità teresina, sta effettuando una ricerca sulla “Pesca del corallo a Santa Teresa Gallura”. Invita quindi chiunque avesse materiale documentario e fotografico, o voglia anche solo raccontare qualche aneddoto, a prendere contatto su messenger, oppure al numero 0789/740959, oppure alla mail archiviostorico@comunestg.it

SUOLO PUBBLICO AGGIUNTIVO: LO CHIEDONO I CONSIGLIERI ALLUTTU, BITTI, CIROTTO, OGNO E SARDO. Come gruppo di Minoranza “È il momento”, hanno presentato una mozione per richiedere alla maggioranza della sindaca Nadia Matta di adoperarsi per derogare al regolamento, concedendo un’integrazione di spazi e aree pubbliche per le attività di pubblico esercizio per l’anno 2021. “Diverse Amministrazioni comunali della nostra Regione hanno provveduto, andando incontro alle manifestate esigenze dei pubblici esercizi, deroghe ai regolamenti comunali sulla concessione di suolo pubblico aggiuntivo, in particolare per le attività che ne risultano sprovviste”, hanno scritto Alessandro Alluttu, Silvia Bitti, Tiziana Cirotto, Andrea Ogno e Paolo Sardo. “La crisi sanitaria COVID-19 ha impattato in maniera pesante sul tessuto produttivo” e “le attività locali hanno urgente esigenza di ritornare a lavorare a pieno ritmo garantendo un livello massimo di sicurezza”.  Il Comune “deve pertanto adottare ogni decisione amministrativa per garantire il massimo sostegno per le attività di pubblico esercizio locali che si preparano ad affrontare la stagione estiva 2021”.

C’È DA AFFIDARE IL SERVIZIO DI “GRAN TURISMO” DA E PER CAPO TESTA. È stato pubblicato l’avviso esplorativo per l’affidamento temporaneo e sperimentale del Servizio di “Gran Turismo” da e per Capotesta, nel periodo estivo dal 15 giugno 2021 al 15 settembre prossimi.  Chi se lo aggiudicherà riceverà in comodato d’uso, 4 bus/navetta elettrici di proprietà comunale. Come si ricorderà l’Amministrazione Comunale vuole attivare un sistema di mobilità alternativa, basato su una linea di collegamento (successivamente estendibile ad altri siti) dal centro dell’abitato cittadino al piazzale del faro di Capo Testa, servita da tipologie di trasporto (bus navetta, biciclette a pedalata assistita, ecc…) innovative e a basso impatto ambientale, in particolare di tipo elettrico, per evitare il congestionamento nel litorale costiero, atta a valorizzare lo stesso litorale e permettere un accesso più ordinato alle spiagge. Tale scelta rientra nel progetto “Valorizzazione dei litorali costieri mediante la mobilità sostenibile” sviluppato dall’Unione dei Comuni Alta Gallura per conto del Comune di Santa Teresa. Il progetto prevede 8 aree di fermata interdistanziate tra loro, ivi compresa le fermate/ capolinea del porto turistico e di Cala Spinosa, in corrispondenza del piazzale del Faro: 1. Porto turistico 2. Piazza Bruno Modesto 3. Sito archeologico “Lu Brandali 4. 2° ingresso a Santa Reparata 5. Istmo Capotesta 6. Accesso alla spiaggia “Zia Culumba” 7. Abitato di Capo Testa 8. Cala Spinosa.

BOCCHE DI BONIFACIO. APPROVATA IN COMMISSIONE AMBIENTE DELLA CAMERA LA RISOLUZIONE DELLA DEPUTATA DEL MOVIMENTO 5 STELLE PAOLA DEIANA RECANTE INIZIATIVE DI TUTELA AMBIENTALE NELLE BOCCHE.  “La risoluzione – spiegano la prima firmataria Deiana e l’On. Nardo Marino, co-firmatario – riformulata con le osservazioni e proposte emerse nel corso delle audizioni, punta a impegnare il Governo a valutare l’opportunità di assumere iniziative, nelle opportune sedi internazionali, volte a tutelare un’area di importanza ambientale e strategica nei traffici marittimi come quella delle Bocche di Bonifacio, mediante ulteriori e più specifiche misure protettive associate al riconoscimento come Particularly Sensitive Sea Area (Pssa) che garantiscano la sicurezza della navigazione e contestualmente la protezione dell’ambiente marino e degli ecosistemi vulnerabili e ad assumere iniziative per implementare il sistema di informazione sulle navi in transito nello stretto di Bonifacio, anche rafforzando gli accordi di collaborazione con lo Stato francese”. “Come sappiamo – sottolineano i deputati pentastellati – si tratta di un tratto di mare particolarmente pericoloso, per le numerose navi che vi transitano e di conseguenza per l’alto rischiando di collisioni e sversamenti che impongono l’individuazione delle giuste precauzioni al fine di rafforzare la sicurezza marittima e la protezione dell’ambiente marino. Per tali ragioni si richiedono interventi immediati e concreti”.

LA NUOVA SARDEGNA DI IERI (titolo). Stazione meteo nell’ex semaforo. Il Comune getta le basi per il progetto da realizzare a Capo Testa con partner privati.

LA NUOVA SARDEGNA DI IERI (titolo). Arriva il sì ai bagni a Cala Grande: parametri a norma.

L’UNIONE SARDA DI IERI (titolo). Navi e regole.