Archivi

redazione@gallurainformazione.it
venerdì, Maggio 7, 2021
AttualitàNews

Santa Teresa Gallura. Botta e risposta tra minoranza e maggioranza su DUP e Bilancio

(di Claudio Ronchi) – Sia nel corso del consiglio comunale del 1° aprile che nella loro pagina Facebook, “E’ il momento”, gruppo consiliare di minoranza, ha criticato l’amministrazione Matta, non votando il Dup (Documento Unico di Programmazione) e il bilancio di previsione per il periodo 2021-2023. “Nel DUP non abbiamo riscontrato una visione strategica in grado di garantire al paese crescita, sviluppo, coesione sociale e benessere in futuro; per questo motivo il nostro voto è stato contrario”, hanno scritto. “Il bilancio di previsione approvato dalla Giunta ci ha lasciati molto perplessi e preoccupati; nel corso dei prossimi anni sono previsti dei tagli alla spesa del Comune che rischiano di apportare effetti estremamente negativi al nostro tessuto socio-economico. Diversi i capitoli di spesa che l’Amministrazione ha deciso di tagliare, dall’Istruzione al turismo, dal sociale allo sviluppo economico”.

Il gruppo di minoranza ha espresso “forte preoccupazione per i tagli previsti, considerato anche il complicato periodo storico che stiamo vivendo, dove il pubblico attraverso spesa aggiuntiva sta agendo in maniera massiccia con politiche di bilancio espansive per sostenere famiglie, imprese e cittadini duramente colpiti dalla crisi causata dalla pandemia”.

Alle critiche della minoranza ha risposto l’amministrazione comunale in particolare l’assessore al bilancio, Nino Azara, dicendo di voler “tranquillizzare i cittadini e dire loro che la spesa corrente non ha subito alcun taglio. Le preoccupazioni e le sterili polemiche evidenziate dai Consiglieri di minoranza sono prive di ogni fondamento, capaci solo di creare falsi allarmismi, sicuramente poco opportuni perché i cittadini sono già duramente provati dalla situazione pandemica che stanno vivendo. Il ruolo della minoranza dovrebbe essere quello di contestare politicamente le scelte di suddivisione degli stanziamenti nelle varie missioni, nei vari programmi e capitoli di bilancio attraverso proposte ed emendamenti, ma ciò non è accaduto”. Nino Azara prosegue affermando che “i cittadini che volessero prendere visione della documentazione e ricevere spiegazioni o ragguagli in merito alle poste di bilancio, lo scrivente e lo staff di ragioneria sono a completa disposizione, in quanto trattasi di documenti di dominio pubblico, accessibili a tutti”.  

L’amministrazione comunale, per bocca di Azara, conclude affermando di voler “tranquillizzare le famiglie e le imprese che, qualora perdurasse l’emergenza, non esiteremmo, come già spiegato nella seduta del Consiglio Comunale, ad intervenire per sostenere i concittadini mediante la corresponsione di congrui sussidi o ristori in aggiunta a quelli già erogati da Stato e Regione”.