Archivi

redazione@gallurainformazione.it
lunedì, Aprile 12, 2021
AttualitàNews

La Maddalena. Ecco i motivi che hanno indotto il sindaco a dichiarare la zona rossa

(di Claudio Ronchi) – Dall’esame della ordinanza n. 4 con la quale il sindaco, Fabio Lai, individua quale zona rossa il Comune di La Maddalena emergono i motivi per i quali è stata assunta una così grave quanto difficile decisione.

Intanto è emerso, dagli esami di laboratorio, che “il focolaio di La Maddalena è legato alla sequenza molecolare della variante Regno Unito, con n. 9 casi di positività al COVID-19, variante VOC 202012/01 accertati”, e che “negli ultimi giorni nel Comune di La Maddalena è stato rilevato un forte incremento dei casi positivi al virus SARS-CoV-2, con presenza di mutazioni oggetto delle azioni per la prevenzione e contrasto alla diffusione delle nuove varianti al virus”

È stato quindi considerato che l’Istituto Superiore di Sanità, nell’ultimo studio del 19 febbraio 2021, “ha certificato la presenza della variante VOC 202012/01, nel 17,8 per cento dei casi, come dato in forte crescita, a causa di una sua maggiore velocità di trasmissione, di circa il 35 – 40 per cento, rispetto al ceppo originario”. D’altra parte, “la situazione epidemiologica presenta le condizioni di un rapido peggioramento con la probabilità di generare un ulteriore incremento della diffusione del virus”.

A ciò si aggiunge che il Comune di La Maddalena, “per le caratteristiche peculiari, rappresentate dalla condizione di insularità e dall’assenza di adeguate strutture sanitarie ‘dedicate’, non potrebbe sostenere l’aggravamento dell’emergenza sanitaria, la quale potrebbe compromettere anche la gestione delle patologie ordinarie”

Pertanto “in forza del principio di precauzione, e delle indicazioni tecnico-scientifiche contenute nelle disposizioni nazionali”, si è ritenuto di dover “adottare provvedimenti limitativi agli spostamenti delle persone fisiche nonché alla sospensione di alcune attività con sede nel territorio comunale, al fine di evitare l’ulteriore diffusione del contagio, sia all’interno che al di fuori del Comune”.

Da qui l’ordinanza numero 4 del 26 febbraio 2021 che stabilisce di individuare il territorio comunale quale zona rossa, “per il quale sono adottate, a decorrere dalle 14:00 del 26 febbraio 2021 e sino alle 14:00 del 5 marzo 2021, per la durata di sette giorni, eventualmente reiterabili per altri sette, sulla base dell’evoluzione del contesto epidemiologico, le misure previste all’articolo 3 del DCPM 14 gennaio 2021, come integrate modificate dall’articolo 2 del DL 23 febbraio 2021 n. 15”.