Archivi

redazione@gallurainformazione.it
domenica, Aprile 11, 2021
AttualitàNews

La Maddalena. Telemedicina ok ma che sia integrativa e non sostitutiva

(di Claudio Ronchi) – Diagnosi e cura del paziente a distanza. È questa l’innovazione della telemedicina che ha trovato la prima applicazione in Sardegna (seconda regione d’Italia dopo il Piemonte), all’ospedale Paolo Merlo.

Il collegamento è tra La Maddalena e l’ospedale Giovanni Paolo II di Olbia. Di questa innovazione della tecnologia medica è soddisfatto il sindaco Fabio Lai, che tale servizio aveva sollecitato, come anche il capogruppo in Regione della Lega, Dario Giagoni.

“Una strumentazione dalle elevatissime prestazioni tecnologiche che consentono una valutazione medica paragonabile a quelle in presenza!”, afferma Giagoni.

“Sia ben chiaro che non si tratterà di una sostituzione del servizio medico, non è questo il messaggio che deve passare, ma sarà un utile supporto per il corretto percorso di diagnosi e presa in carico del paziente”.

Che non debba essere sostitutiva ma integrativa, così come il servizio di Elisoccorso, lo sostiene anche il sindaco Lai.