Archivi

redazione@gallurainformazione.it
mercoledì, Marzo 3, 2021
AttualitàCulturaNews

La Maddalena. I 260 anni dalla nascita di Domenico Millelire

(di Claudio Ronchi) – Quest’anno ricorrono i 260 anni dalla nascita di Domenico Millelire. Causa Covid-19 non è in programma alcuna celebrazione ma è giusto ricordare, almeno da parte di Gallura Informazione, questa ricorrenza.

Dieci anni fa, in occasione dei 250 anni dalla nascita dell’eroe isolano, medaglia d’oro al valor militare della Real Marina Sarda, proprio il 23 febbraio, fu scoperta una targa presso la casa in cui visse, sita a Cala Gavetta, nel lato della Piazza XXIII Febbraio 1793. Il maddalenino Domenico Millelire non è uno qualsiasi.  Nel 1793 infatti s’oppose, insieme al presidio militare, alla popolazione isolana e ad un contingente di volontari giunto da Tempio, al tentativo d’occupazione della Sardegna da parte della Francia rivoluzionaria. Con un gesto temerario e solitario attaccò il contingente franco-corso, che, ritenutosi circondato, batté in ritirata.

Di quel contingente faceva parte Napoleone Bonaparte che dal momento di quella sconfitta in terra maddalenina iniziò l’irresistibile ascesa che appena 11 anni dopo avrebbe portato ad incoronarsi Imperatore dei Francesi.

Nella stessa giornata (del 23 febbraio 2011) ci fu la traslazione nel civico cimitero dei resti di un altro eroe maddalenino, Tomaso Zonza (altro decorato per i fatti d’arme del 1793 e per altri contro i barbareschi) i cui resti furono scoperti nella cripta di un’antica tomba dal settimanale isolano “Il Vento”, 13 anni fa. Zonza venne tumulato nel cippo centrale granitico. Sulla sua vita, nel salone consiliare fu presentato un libro, curato da Giovanna Sotgiu, Salvatore Sanna e Antonello Tedde.

Le manifestazioni furono organizzate dal Comune di La Maddalena, con la collaborazione del Lions Club La Maddalena-Costa Smeralda e della Marina Militare.