Archivi

redazione@gallurainformazione.it
lunedì, Maggio 10, 2021
AttualitàNews

Santa Teresa Gallura. Assessora alla sanità, Coppi: Gravissima carenza a livello specialistico

(di Claudio Ronchi) – Santa Teresa da circa dieci anni accusa una gravissima carenza a livello specialistico. Il nostro poliambulatorio, che avrebbe dovuto essere pienamente una struttura operativa al servizio il territorio, in realtà versa in vergognoso clima di abbandono sia a livello strutturale che a livello medico-sanitario, soprattutto per quanto riguarda alcune branche specialistiche”. Ad affermarlo è stata Samanta Coppi, assessora alla sanità e servizi sociali, durante i lavori del consiglio comunale del 30 dicembre scorso. Secondo quanto riferito in aula dall’assessora, il dermatologo, che è andato in pensione ad aprile 2020 non è stato ancora sostituito, la neurologa fa ambulatorio ogni 15 giorni mentre dei due cardiologi ne è rimasto soltanto uno, con la perdita di tre ore settimanali di servizio. Ma c’è di più, “il ginecologo, che prima faceva ambulatorio due volte alla settimana, da circa nove anni che non viene più, mentre il diabetologo, visto i numerosissimi casi di pazienti diabetici che purtroppo abbiamo a Santa Teresa, è da circa cinque anni che non viene più e, a causa di questo disservizio, la maggior parte dei pazienti non fa più le visite regolari”. Non in migliori condizioni versa il Centro di Salute Mentale (CIM) per il quale lo specialista, ha affermato ancora l’assessora Coppi, “è da circa quattro anni che non vieni più a Santa Teresa e, a causa di questo, alcuni pazienti psichiatrici che non sono seguiti dalle loro famiglie, perché non tutti hanno questa fortuna, sono scompensati dal punto di vista farmacologico, andando incontro ad un peggioramento del quadro patologico. Ne sanno qualcosa i nostri servizi sociali, i pazienti si rivolgono spesso a loro e lamentano lo stato di malessere”. L’ufficiale sanitario, ha proseguito l’assessora, “viene soltanto per le vaccinazioni, e non sempre, e da circa due anni una non fa più certificazioni”. Nello scorso mese di dicembre, ha informato l’assessora, di essersi recata a Cagliari con la sindaca, Nadia Matta, per parlare con assessore regionale alla sanità Mario Nieddu. “Gli abbiamo proposto il nostro progetto di ristrutturazione e ampliamento del poliambulatorio, chiedendo un aiuto da parte dei vertici regionali per poter riempire queste strutture dal punto di vista organico, sanitario, specialistico. L’ assessore, di fronte a tale richiesta, si è speso positivamente, dicendoci di procedere con il progetto perché, superato questo momento pandemico, il potenziamento della sanità territoriale e l’assistenza domiciliare, saranno al centro dell’agenda politica regionale”.