Archivi

redazione@gallurainformazione.it
sabato, Gennaio 16, 2021
BreviNews

SERA/GAZZETTA di MADDALENA, di lunedì 4 gennaio 2021

(a cura di Claudio Ronchi)

MANUTENZIONI IN PIAZZA BAMBIN GESÙ. L’amministrazione comunale, constatato lo stato di abbandono in cui versa ormai da anni Piazza Bambino Gesù, a Due Strade, ha stanziato la somma di circa 22.000 euro per la realizzazione, nella piazza, di interventi di manutenzione e decoro. A tal fine ha attivato le procedure di gara previste dalla legge.

PROSEGUONO I LAVORI DI MANUTENZIONE DEI BASOLI IN VIA CAIROLI. Da oggi lunedì 4 fino a sabato 16 gennaio, la ditta Ditta Gesuino Monni di Arzana, eseguirà lavori per il ripristino del basolato nell’ultimo tratto della via Cairoli.

SITUAZIONE MUSEI. In ottemperanza alle disposizioni emanate nel Dpcm del 3 dicembre 2020 riguardante le misure di contenimento dell’emergenza epidemiologica da COVID-19, i Musei Garibaldini di Caprera rimarranno chiusi sino al 15 gennaio 2021 compreso. È  chiuso per gli stessi motivi anche il Museo Diocesan-Parrocchiale di via Barone Manno. Sono chiusi invece, ma originariamente per altri motivi, i due Musei del Parco Nazionale di Caprera-Stagnali, quello Geomineralogico e quello del Mare. È chiuso invece da diversi anni, tanto che ormai non ci si ricorda più di quando era ancora aperto, il Museo Navale Lamboglia.

LUTTO-CONDOGLIANZE. È deceduta oggi, Gianna Sangaino in Cattenari. Aveva 75 anni.  I funerali avranno luogo domani, martedì 5 gennaio, alle ore 10:00, nella chiesa di Santa Maria Maddalena. Condoglianze ai familiari.

IL NOTIZIARIO. Tutti giorni, escluso il fine settimana, dalle 18:00, Il Notiziario, su  www.gallurainformazione.net, barra alta. Link anche su pagina Facebook di Gallura Informazione, Ciattule Isulane, Tazebao Isolano.

LA STORIA. Più che di pesca si campava di contrabbando … Sebbene siano stati sempre ben avvezzi al mare, i maddalenini, nella loro maggioranza, non hanno mai campato di pesca. Più che pescatori i maddalenini sono stati soprattutto marinai. È interessante, leggendo il dizionario del Casalis che fotografò la situazione isolana a metà Ottocento, vedere quanti pochi di essi si dedicassero alla pesca. Su una popolazione di circa 2000 anime, la metà delle quali di sesso maschile, le barche da pesca erano appena 25, sebbene sia scritto nel citato libro che “abbondano in queste acque pesci di moltissime specie, e sono un gran ramo di lucro per i pescatori, già che provvedono tutta la Gallura”. Lo stesso libro riporta infatti, ad esempio, che nel ricco mercato del pesce di Tempio (eh sì, già da allora a Tempio si apprezzava ed acquistava il pesce), parte di questo giungeva proprio da Maddalena come anche da Terranova, da Castelsardo e da Oristano per quel che riguarda quello secco. Pur tuttavia è scritto sempre nel dizionario del Casalis “essi (i maddalenini, ndr) guadagnano assai più dalla secreta industria de’ contrabbandi, che esercitano con molta accortezza”.

STASERA SI ESPONE PER IL RITIRO DI DOMANI MARTEDI’: Carta nelle zone A e B. Umido nella zona B.

BUONA SERATA!