Archivi

redazione@gallurainformazione.it
lunedì, Gennaio 25, 2021
AttualitàNews

Arzachena. Dichiarazione del sindaco Ragnedda sulla permuta con la diocesi

(Redazione). “L’accordo di comodato d’uso gratuito e il passaggio alla gestione pubblica della scuola San Vincenzo avvenuti un anno fa hanno segnato un passo decisivo per garantire un livello di formazione omogeneo a tutti i bambini di Arzachena e un concreto risparmio per le famiglie in termini di costi di frequenza” ha affermato il sindaco Roberto Ragnedda parlando del contratto di permuta tra l’immobile che ospita la scuola dell’infanzia San Vincenzo, di proprietà della Diocesi di Tempio e il palazzo della ex canonica in piazza Risorgimento che, invece, è parte del patrimonio immobiliare dell’Ente.   “Oggi, il Comune è deciso ad andare oltre e acquisire l’immobile vista la valenza storica e identitaria che l’istituto rappresenta per gli arzachenesi fin dal 1956. La struttura è strategica e, a seguito delle perizie condotte da più parti, siamo arrivati a un accordo che può essere siglato entro l’anno in corso, consentendo un immediato investimento dell’avanzo di amministrazione. La sede – ha proseguito il sindaco – potrà essere così valorizzata e riqualificata secondo gli standard seguiti per tutti gli altri istituti a garanzia dell’incolumità degli alunni. Di contro, la cessione in permuta della ex canonica resta condizionato sino al 31 maggio 2022 e lascia all’amministrazione una porta aperta per un’eventuale futura acquisizione anche della sede che oggi ospita alcuni uffici comunali in piazza”.