Archivi

redazione@gallurainformazione.it
martedì, Gennaio 26, 2021
BreviNews

GAZZETTA dalla DIOCESI della GALLURA di martedì 8 dicembre, notizie religiose

(a cura di Claudio Ronchi)

OGGI E’L’IMMACOLATA. L’8 dicembre la Chiesa Cattolica celebra l’Immacolata Concezione della Beata Vergine Maria, la verità di fede per cui la Madonna non è stata “toccata” dal peccato originale, ne è stata preservata sin dal primo istante del suo concepimento.

LA CES, ALLA DUE GIORNI DI DONIGALA, ESPRIME SOLIDARIETÀ ALLA POPOLAZIONE DI BITTI, ESAMINA STATUTO FTDS E RAPPORTI CON I GESUITI. La Conferenza Episcopale Sarda, riunitasi sotto la presidenza di mons. Antonello Mura, vescovo di Nuoro e Lanusei, a Donigala (OR) dal 2 al 3 dicembre, ha espresso vicinanza e solidarietà a tutte le popolazioni colpite dalla recente alluvione, in particolare alla comunità di Bitti, in una stagione ancora segnata dalla pandemia. I vescovi, nell’invitare tutti i battezzati a vivere la prossima festa del Natale come occasione per rinnovare nella fede la certezza della presenza di Dio nella nostra esistenza, incoraggiano e sostengono tutti coloro che si impegnano per la tutela della vita umana e della salute delle persone, auspicando – nel caso del dramma delle alluvioni – che si dia finalmente corso ai programmi e agli stanziamenti previsti per la salvaguardia del territorio.  La prima giornata ha visto i vescovi riflettere su alcune tematiche regionali, tra le quali ampio spazio ha richiesto l’esame della bozza di revisione dello Statuto della Facoltà Teologica della Sardegna e della conseguente revisione della Convenzione tra la Conferenza episcopale e la Compagnia di Gesù. I vescovi hanno anche preso atto di un recente messaggio di un gruppo di cattolici sardi, apprezzandone l’appello rivolto alle istituzioni in seguito alla crisi sanitaria e sociale che stiamo vivendo. Non mancheranno, assicurano i vescovi, da parte delle Chiese diocesane, le occasioni di riflessione, proposta e dialogo per l’edificazione solidale della comunità civile. (1- continua venerdì prossimo)

LE DISPOSIZIONI DEL VESCOVO PER NATALE E GLI ALTRI GIORNI FESTIVI. Il vescovo, mons. Sebastiano Sanguinetti, relativamente alle Messe nella solennità del Natale e nei giorni festivi sino all’Epifania, ha disposto quanto segue.

1. La tradizionale Messa di Mezzanotte viene anticipata all’orario utile per il rientro a casa dei fedeli non oltre le 22:00. Viene lasciata libertà ai parroci di fissare l’orario più idoneo alle singole comunità, purché l’inizio della celebrazione non vada oltre le 20 – 20:30.

2. La Messa della Vigilia può essere celebrata in qualunque orario del pomeriggio.

3. Sia il giorno di Natale, compresa la vigilia, sia negli altri giorni festivi sino all’Epifania, se il numero dei fedeli lo richiede secondo le disposizioni sanitarie in essere, può essere aumentato il numero delle celebrazioni, a giudizio del parroco.

A SAN SIMPLICIO, IN OLBIA, IL VESCOVO HA FESTEGGIATO SANTA BARBARA CON GUARDIA COSTIERA E VIGILI DEL FUOCO. Lunedì 4 dicembre, presso la Basilica di San Simplicio, una rappresentanza del personale della Direzione Marittima di Olbia, insieme a quella dei locali Distaccamenti dei Vigili del Fuoco, ha partecipato alla Santa Messa in onore della Patrona, Santa Barbara, cerimonia officiata da Monsignor Sanguinetti, vescovo della Diocesi di Tempio – Ampurias. Presenti le massime Autorità locali, civili e militari. Il tutto si è svolto nel rispetto dei protocolli di prevenzione COVID-19. Si è trattato di un momento di raccoglimento e di preghiera in una fase storica che vede tutti impegnati a vincere e superare insieme la nota crisi pandemica in atto.

DAL 22 NOVEMBRE FINO AL 22 DICEMBRE, RELIQUIE E INDULGENZA PLENARIA PER SAN GIOVANNI PAOLO II A SANTA MARIA MADDALENA (LA MADDALENA). Sono esposte dal 22 novembre e vi rimarranno per un mese, nella chiesa di Santa Maria Maddalena, le reliquie di San Giovanni Paolo II. Lo scorso 22 ottobre, presente il vescovo mons. Sebastiano Sanguinetti, a Moneta, nel giardino dell’Oasi Serena, è stato solennemente aperto l’Anno Giubilare nel 100° anniversario della nascita di San Karol Wojtyla. La Penitenzieria Apostolica del Vaticano ha concesso la possibilità di ottenere l’Indulgenza Plenaria per i fedeli che si recheranno davanti alle reliquie del Papa-Santo polacco e adempiranno alle condizioni prescritte. La reliquia è una goccia di sangue di San Giovanni Paolo II che ha intriso una minuscola porzione di tessuto, usato al Policlinico Gemelli di Roma per un intervento chirurgico. È l’unica reliquia custodita in Sardegna del Santo polacco.

LAVORI DI RESTAURO A SAN PAOLO APOSTOLO A OLBIA. Sono in corso nella chiesa di San Paolo apostolo a Olbia lavori di restauro degli apparati lignei. Ne dava notizia lo scorso 3 dicembre il giornale on-line Olbianova. Si tratta di interventi sul pulpito, il coro, l’organo, i mobili, tavoli e statue. I lavori sono finanziati dalla Parrocchia e della fondazione Banco di Sardegna. Parroco di San Paolo è don Gianni Satta.