Archivi

redazione@gallurainformazione.it
sabato, Aprile 17, 2021
BreviNews

GAZZETTA dalla DIOCESI della GALLURA di martedì 1° dicembre, notizie religiose

(a cura di Claudio Ronchi)

IN DIOCESI DA DOMENICA SCORSA LA NUOVA EDIZIONE DEL MESSALE ROMANO IN LINGUA ITALIANA.  Domenica 29 novembre, prima domenica di Avvento, è entrato ufficialmente in vigore nella nostra diocesi di Tempio Ampurias la nuova edizione del Messale Romano in lingua italiana.

Ecco nel dettaglio queste le modifiche più utili ai fedeli.

I. Atto penitenziale. Nel “Confesso”, si utilizza la terminologia “fratelli e sorelle”. Questo il nuovo testo: Confesso a Dio onnipotente e a voi, fratelli e sorelle, che ho molto peccato in pensieri, parole, opere e omissioni, per mia colpa, mia colpa, mia grandissima colpa. E supplico la beata sempre Vergine Maria, gli angeli, i santi e voi, fratelli e sorelle, di pregare per me il Signore Dio nostro.

II. Kyrie, eleison. Si dà priorità alla formula greca che richiama la misericordia del Signore:

Kyrie, eleison. Christe, eleison. Kyrie, eleison.

III. Inno “Gloria”. È adottata, nella prima parte dell’inno, una traduzione più fedele del testo di Luca 2,14, che sostituisce l’espressione “agli uomini di buona volontà”: Gloria a Dio nell’alto dei cieli e pace in terra agli uomini, amati dal Signore. Noi ti lodiamo, ti benediciamo, ti adoriamo, ti glorifichiamo, ti rendiamo grazie per la tua gloria immensa, Signore Dio, Re del cielo, Dio Padre onnipotente. Signore, Figlio unigenito, Gesù Cristo, Signore Dio, Agnello di Dio, Figlio del Padre,

tu che togli i peccati del mondo, abbi pietà di noi; tu che togli i peccati del mondo, accogli la nostra supplica; tu che siedi alla destra del Padre, abbi pietà di noi. Perché tu solo il Santo, tu solo il Signore, tu solo l’Altissimo, Gesù Cristo, con lo Spirito Santo: nella gloria di Dio Padre. Amen.

IV. Il “Padre nostro”. Si utilizza la traduzione del testo biblico della versione ufficiale della Bibbia CEI 2008: Padre nostro che sei nei cieli, sia santificato il tuo nome, venga il tuo regno, sia fatta la tua volontà, come in cielo così in terra. Dacci oggi il nostro pane quotidiano, e rimetti a noi i nostri debiti come anche noi li rimettiamo ai nostri debitori, e non abbandonarci alla tentazione, ma liberaci dal male.

V. Invito al banchetto. Adottato il testo di Ap 19,9 che invita al banchetto di nozze dell’Agnello:

Ecco l’Agnello di Dio, ecco colui che toglie i peccati del mondo. Beati gli invitati alla cena dell’Agnello.

I VESCOVI SARDI S’INCONTRANO il 2 e 3 DICEMBRE: IN ASCOLTO DEL MONDO PRODUTTIVO. I Vescovi della Conferenza Episcopale Sarda si incontreranno mercoledì 2 e giovedì 3 dicembre nel centro di spiritualità “Nostra Signora del Rimedio” a Donigala Fenughedu. Nel primo giorno dei lavori l’attenzione sarà rivolta ad alcuni temi di carattere ecclesiale. Al primo punto all’ordine del giorno c’è la bozza della Nota pastorale regionale sull’Esortazione di Papa Francesco “Amoris laetitia”, nata in seguito al confronto con la Commissione Presbiterale Regionale e con i Consigli Presbiterali diocesani, nell’ambito del sostegno alla pastorale alla famiglia e alle coppie di sposi, con particolare attenzione a quelle che vivono situazioni di fragilità. A seguire, i Vescovi si dedicheranno allo statuto della Pontificia Facoltà Teologica della Sardegna e alla convenzione con la Compagnia di Gesù. Infine verranno effettuate delle nomine relative agli incaricati di alcuni uffici regionali. La mattinata del giorno successivo i Vescovi affronteranno il tema del sistema produttivo della nostra terra, incontrando i rappresentanti del settore in audizioni singole. Parteciperanno ai lavori Maurizio de Pascale, presidente Confindustria sarda, Giorgio Delpiano, presidente Confapi, Fabio Onnis, presidente Confcooperative, Claudio Atzori, presidente Legacoop e Antonello Arru, presidente Banco di Sardegna. L’iniziativa fa parte di un più ampio atteggiamento di ascolto della Conferenza Episcopale Sarda finalizzato alla conoscenza e all’approfondimento delle diverse realtà che caratterizzano la vita dell’Isola.

UN PROGRAMMA SETTIMANALE DI DON ANTONIO TAMPONI SU GALLURA LIVE. Don Antonio Tamponi approda in TV da oggi alle 21.00 con un suo programma televisivo.  Ogni venerdì in prima serata, alle ore 21:00, don Antonio Tamponi, parroco di San Simplicio in Olbia, tiene su Gallura Live il programma “Crux Intrerpretum”. Un viaggio nella bellezza della Sacra Scrittura con un linguaggio chiaro e giovanile, per comprenderla e conseguentemente per comprendere se stessi. Per gli affezionati del web, sarà possibile vedere la trasmissione in streaming diretto sul sito e nella pagina di questa piattaforma social. Gallura Live trasmette in contemporanea sul digitale terrestre ed in web streaming.