Archivi

redazione@gallurainformazione.it
sabato, Aprile 17, 2021
AttualitàNews

La Maddalena. Gulino e Giudice: che l’indennizzo delle servitù militari sia utilizzato per dare lavoro.

(di Claudio Ronchi) – Congiuntamente, Annalisa Gulino e Rosanna Giudice, le donne a capo di due diversi gruppi di minoranza hanno chiesto al sindaco di impiegare il 1milione150.000 euro che il Comune riceverà, a titolo di indennizzo per le servitù militari, “in azioni per il lavoro e l’occupazione anche con l’intento di tutelare il patrimonio pubblico e curare il territorio”.   È in questo momento di emergenza e grande difficoltà economica per la nostra comunità, afferma la Gulino, “che deve essere massima l’attenzione verso azioni di solidarietà e di incentivazione dell’occupazione: interventi pubblici che possano incentivare l’occupazione e solidarietà sociale per essere ancora più vicini ai nostri concittadini che si trovano in difficoltà”. Per Rosanna Giudice, “la dignità di un paese è garantita e salvaguardata solo se con accortezza ci si predispone all’aiuto sociale”. Nella mozione, che è firmata anche dai consiglieri comunali Manila Salvati e Alberto Mureddu, si suggerisce di impiegare il non trascurabile importo in cantieri occupazionali per l’abbattimento delle barriere architettoniche e per il restyling del lungomare di Cala Mangiavolpe. “Siamo certi – concludono i firmatari – che interventi di tal genere, soprattutto perché mirati alla occupazione, contribuiscano a favorire la produzione di reddito per coloro che sono colpiti maggiormente dall’emergenza economica durante la perdurante corrente pandemia da Covid-19”.