Archivi

redazione@gallurainformazione.it
lunedì, Ottobre 3, 2022
BreviNews

SANITA’ IN GALLURA, di lunedì 19 ottobre: notizie dalla Asl, dagli ospedali, dal territorio.

Campagna di Vaccinazione Antinfluenzale 2020/2021. Parte questa settimana la Campagna di Vaccinazione Antinfluenzale nel territorio della Gallura. La stagione influenzale 2020-2021 sarà caratterizzata dalla contemporanea circolazione di virus influenzali e SARS-CoV-2; per questo motivo il Ministero della Salute (Circolare n. 19214 del 4 giugno 2020) raccomanda l’importanza della vaccinazione antinfluenzale, in particolare nei soggetti a rischio di tutte le età, per semplificare la diagnosi e la gestione dei casi sospetti, considerata la somiglianza dei sintomi tra Covid-19 e Influenza. Per effettuare il vaccino – informa la ASL – la popolazione dovrà prendere appuntamento col proprio medico di base e rispettare le norme previste per la riduzione della diffusione del virus (mascherina, igiene delle mani, distanziamento). Qualora il medico sia impossibilitato, ci si può rivolgere, ai centri vaccinali di riferimento. I cittadini compresi nella fascia di età tra i 6 e i 59 anni (che non rientrano tra le categorie a rischio cui si rivolge la campagna antinfluenzale) possono acquistare il vaccino nelle farmacie.

In Clinica Medica, a Sassari, un nuovo reparto Covid. È un reparto Covid da 8 posti letto quello che, già da sabato sera, è stato attivato in un’ala al secondo piano della Clinica Medica di viale San Pietro, a Sassari, ospitando i primi 4 pazienti. La sua apertura è stata comunicata dalla direzione generale dell’Aou all’Assessorato Regionale alla Sanità, in accordo con il quale la stessa Aou ha realizzato il nuovo progetto per far fronte all’emergenza Covid. Nella stessa palazzina di viale San Pietro, sempre al secondo piano ma in un’altra ala della Clinica Medica, l’Aou ha previsto a breve l’apertura di una struttura a supporto dei reparti Covid che possa ospitare, con 9 posti letto, i pazienti guariti clinicamente. Si tratta di soggetti ancora positivi, dimissibili ma che non hanno più bisogno di ospedalizzazione, e che ancora non hanno trovato una collocazione nelle strutture territoriali pubbliche/private, nelle proprie abitazioni o negli Hotel Covid di prossima attivazione. Queste iniziative, congiuntamente con le altre prese dalla Regione, tra le quali l’attivazione dei posti letto al Policlinico Sassarese (dove lunedì da Aou saranno trasferiti i primi sei pazienti quindi progressivamente quelli che si renderanno necessari), al Mater Olbia quindi la prossima attivazione degli Hotel Covid, contribuiranno a far fronte all’emergenza in atto.

Apre uno sportello Cup/Ticket anche nella struttura polifunzionale di Padule. Informa la ASL che da domani, lunedì 19 ottobre, saranno operativi due sportelli del Centro Unico di prenotazione/ Cassa Ticket: Ospedale “Paolo Merlo”, con apertura all’utenza dalle ore 08.00 alle 13.00; Struttura polifunzionale di Padule, con apertura all’utenza dalle ore 10.30 alle 13.00. In questa prima fase, informa sempre la Asl, nella struttura di Padule sarà possibile effettuare prenotazioni di visite ed esami, annullamento o spostamento prestazioni prenotate, a breve sarà possibile anche effettuare il pagamento delle prestazioni. È inoltre prossimo l’inizio dei lavori per la riorganizzazione logistica e funzionale dello sportello Cup del “Paolo Merlo”.

Piani terapeutici e esenzioni: proroga al 31 dicembre. Informa la Asl che sono stati prorogati fino al 31 dicembre i piani terapeutici dei farmaci e dei dispositivi medici per tutti i pazienti con patologie croniche assistiti dal sistema sanitario regionale. Sono prorogati alla stessa data anche la validità delle esenzioni ticket, per patologia e per reddito, previste per le visite specialistiche e per gli esami di diagnostica strumentale e di laboratorio, e l’accordo con Federfarma per la distribuzione nelle farmacie dei medicinali del prontuario ospedale-territorio (PHT). Con la proroga dei piani terapeutici, tutti i pazienti affetti da patologie croniche, che vivono in Sardegna e hanno un piano in corso, non dovranno essere recarsi negli ambulatori medici territoriali e ospedalieri per il rinnovo, che avverrà automaticamente. Una soluzione a beneficio dei pazienti -sottolinea la Asl – che potranno proseguire le cure, senza escludere la facoltà dei medici prescrittori di procedere comunque a una verifica qualora lo ritenessero opportuno. La proroga avrà anche l’effetto di impedire un aumento della pressione sulle strutture sanitarie, con un incremento degli accessi, riducendo le situazioni a rischio per i pazienti più fragili, consentendo così di mantenere alta la guardia contro il virus.