Archivi

redazione@gallurainformazione.it
lunedì, Gennaio 18, 2021
AttualitàNews

Arzachena. Buoni spesa per chi ne ha bisogno; a Pasqua e Pasquetta negozi chiusi; singolare iniziativa sui cimiteri

(di Claudio Ronchi) – A favore di chi ne ha bisogno, in periodo di pandemìa coronavirus, Arzachena ha ricevuto 100 mila euro dal governo nazionale, che sono già in distribuzione. Da palazzo Ruzittu assicurano che una volta terminati questi fondi si provvederà con quelli comunali. Sono infatti molte le richieste, oltre 200, che sono destinate ad aumentare se questa emergenza dovesse continuare ancora per molto, considerato che rispetto agli anni passati, quando in periodo pasquale già molti arzachenesi prestavano le proprie attività e il proprio lavoro in campo turistico. E persistendo ulteriormente le restrizioni, sempre più singoli e famiglie si troveranno senza reddito e ad intaccare i propri risparmi laddove ci siano. Già dal mese di marzo tuttavia l’assessorato ai servizi sociali aveva previsto di un contributo mensile per le famiglie con figli. E a conferma di quanto si diceva poc’anzi, sulle restrizioni da emergenza coronavirus, riguardo le festività pasquali, che tradizionalmente inauguravano la stagione turistica, l’apertura degli alberghi e villaggi che rappresentavano per tante persone fonte di lavoro, il sindaco Roberto Ragnedda ha disposto con ordinanza la chiusura dei negozi a Pasqua e Pasquetta (domenica 12 e lunedì 13 aprile). Negozi che invece saranno aperti per tutta la giornata sabato 11 aprile. Una singolare decisione del sindaco di Arzachena è quella che, tenendo chiusi i cimiteri ai cittadini, vengano invece aperti ai fiorai i quali, su incarico dei parenti dei defunti, potranno posizionare fiori e piante sulle tombe. Questo però fino al 11 aprile e precisamente mercoledì 8 aprile, dalle ore 9:00 alle ore 12:00; giovedì 9 aprile, dalle ore 9:00 alle ore 12:00; venerdì 10 aprile, dalle ore 9:00 alle ore 12:00; sabato 11 aprile, dalle ore 9:00 alle ore 12:00.