Archivi

redazione@gallurainformazione.it
lunedì, Gennaio 25, 2021
AttualitàNews

Palau. Oggi zia Giovanna Azzena ha compiuto cent’anni

(di Marilena Bruschi) – Palau centenaria! Già, forse pochi sanno che quest’anno si festeggiano ben due centenari ed una ultra centenaria.  Il 27 gennaio una nostra concittadina ha spento ben 103 candeline e fra un mese un giovane signore ne festeggerà 100. Il 5 aprile del 1920 nasceva a Palau Giovanna Azzena, proprio nella casa di fronte alla piazzetta Fresi, fondatore di Palau, quando le case erano ancora poche e non c’era l’illuminazione pubblica (verrà inaugurata nell’agosto del 1921). Il padre, Gavino Azzena, veniva da Tempio ed era un commerciante molto fornito di tutti i generi, non solo di alimentari ma, come un multi market di adesso, trovavi anche tutti gli attrezzi per l’agricoltura e la ferramenta ed era molto frequentato non solo dai palaesi ma anche dai maddalenini che passavano per poi imbarcarsi al porto. Anche la madre era delle campagne di Palau e si dedicava alla casa e a preparare i prodotti della campagna come gli ottimi formaggi. Nel 1945 si sposa con Mario Rizzu, di La Maddalena, militare di stanza a Pola che arriva a Palau appena chiudono le basi miliari e diventa il primo responsabile della Delegazione di Spiaggia. Ebbero due figli ma per un tragico evento zia Giovanna rimane vedova molto presto, a soli nove anni dal matrimonio e per un gesto eroico del marito. Muore per una polmonite fulminante perché si era buttato in mare per salvare delle persone cadute da una nave che si era incagliata vicina al porto. Questa è la vita della signora Giovanna, che a Palau conoscono e ammirano tutti, una giovane vedova che ha dovuto accudire i figli da sola, perché figlia unica, ma con tanto coraggio e fermezza. Questo non le ha impedito di essere di aiuto anche agli altri, è stata sempre attiva nella solidarietà verso il prossimo e da più di cinquant’anni è stata presidente delle Dame di Carità di San Vincenzo, incarico che ha lasciato solo da una decina di anni. Oggi, coccolata soprattutto dai nipoti, festeggia i suoi cento anni, non come era nelle previsioni, visto la grave situazione che stiamo vivendo tutti, ma non è mancata la torta, i fiori ed una targa da parte dell’amministrazione comunale consegnata dal parroco don Paolo. Zia Giovanna, sempre lucida, attiva, anche se con qualche problema alle gambe, ha una buona memoria, piace raccontare e fa mille domande su quello che accade fuori, legge il giornale tutti i giorni e si tiene aggiornata con la televisione…insomma “fa le scarpe” a molti di noi che ci riteniamo quasi giovani.