Archivi

redazione@gallurainformazione.it
giovedì, Agosto 5, 2021
AttualitàNews

Santa Teresa Gallura. Approvato il PUC

(di Claudio Ronchi) – L’amministrazione del sindaco Stefano Pisciottu porta a casa un altro buon risultato dopo l’approvazione del PUL, l’istituzione dell’Area Marina Protetta, il Piano Turistico per la destagionalizzazione. Nei giorni scorsi è stato approvato il PUC che ora andrà in Regione e, una volta terminata la verifica di coerenza, sarà pubblicato sul Buras, diventando poi operativo. L’approvazione di questo importante strumento urbanistico ha chiamato a raccolta tutta maggioranza, anche i consiglieri meno assidui, perché c’era necessità, non potendo contare sulla minoranza, di garantire un numero legale minimo di sei consiglieri, considerando che erano molti i casi di incompatibilità. Tant’è vero che la votazione è andata avanti con un continuo entrare ed uscire dei consiglieri in relazione agli atti che si approvavano. La minoranza si diceva; dei cinque consiglieri, in aula si è presentato soltanto Marco Bo, il quale ha espresso, a nome anche dei colleghi, il proprio disappunto per i ritardi, a suo dire, con i quali l’amministrazione comunale ha messo a disposizione gli atti. Bo è rimasto in aula per tutta la durata dei lavori, chiedendo chiarimenti e fornendo suggerimenti, astenendosi sulle singole votazioni e sul voto finale. Il piano (1398 pagine e 98 tavole) è stato illustrato in aula dall’ingegner Cassitta e ci sono volute 25 votazioni più una complessiva finale. Il PUC approvato punta allo sviluppo turistico di Santa Teresa e prevede nuovi alberghi di lusso e un campo da golf a San Pasquale ma si preoccupa anche della condizione abitativa dei teresini, individuando alcune aree (zona Santa Lucia, ingresso nel paese ed altre minori) dove poter realizzare edifici mono o unifamiliari ed anche un’area da destinare all’edilizia residenziale. Si punta sull’agricoltura ma con vincoli severi sui lotti. Sono state individuate aree di zona artigianale tra San Pasquale e Porto Pozzo, a Conca Verde e a Li Lucianeddi in incremento. Per le zone F. se ne sono individuandone alla Ficaccia, Porto Pozzo e San Pasquale, Santa Reparata mentre sono state ridotte quelle già previste a Valle dell’Erica e Conca Verde. Non sono utilizzabili tutte le volumetrie disponibili.