Archivi

redazione@gallurainformazione.it
martedì, Maggio 18, 2021
Attualità

Palau. La difficile situazione politica

Il terremoto giudiziario che ha portato alle dimissioni del sindaco e della vicesindaca, ha indubbiamente destabilizzato gli equilibri politici di Palau, non solo nel centro-destra ma anche nel centro-sinistra, tanto che alle elezioni anticipate della tarda primavera scorsa a presentarsi è stata una sola lista, guidata da Luca Fresu, ex assessore dell’amministrazione dell’ex sindaco Piero Cuccu, che ha sì ricevuto la fiducia di un considerevole numero di palaesi non disposti a farsi “governare” per un lungo periodo di tempo da un commissario, ma non sufficientemente da superare il quorum previsto dalle legge per rendere valide le elezioni.

Da Tempio giungono notizie che la vicenda giudiziaria sarebbe lungi dal vedere la conclusione, con un numero di indagati che sarebbe in aumento, di parte politica e burocratica.

Bloccato il centro-destra, nel cui segno era l’amministrazione guidata dell’ex sindaco Francesco Pala, non poche difficoltà ha anche il Partito Democratico, che a breve dovrà andare a congresso per il rinnovo del direttivo e l’elezione del nuovo segretario di circolo.

L’attuale segretario Tonino Urgeghe le fisserà in una data utile compresa tra il 12 e il 22 ottobre prossimo, così come stabilito dalla Federazione Gallura. Potranno votare chi ha preso o rinnovato tessera nel 2016 e quelli del 2017 in una quota però non superiore al 15% dell’anno precedente. Una norma di salvaguardia per impedire “immissioni” dell’ultimo momento.

“Fermo” dunque il centro-destra e in “gestazione” il PD, chi a Palau mostra segni di particolare vitalità è proprio il gruppo che non a caso si chiama “”Riparti Palau” di Luca Fresu che dopo la pausa estiva ha ripreso ad incontrarsi per prepararsi adeguatamente alle prossime elezioni, che però saranno tra 9 mesi. C.R.